La Red Bull Rampage è stata anticipata a venerdì 16 ottobre alle 18.30 (ora locale). È senza dubbio il contest di freeride più estremo e famoso di tutti i tempi

Come ogni anno, ottobre assume un solo significato: Virgin, Utah. Gli organizzatori hanno deciso di anticiparla dal sabato al venerdì, il 16 ottobre. La decisione è scaturita dopo un’attenta valutazione delle previsioni meteo che per tutto il weekend non permetterebbero nulla di buono. Già lo scorso anno vi furono problemi con il vento e temporali, tanto da sospendere l’evento durante la seconda run finale, sollevando proteste e perplessità.

I partecipanti sono i rider più forti ed estremi del mondo e proprio la loro esperienza e consapevolezza, assieme a quella degli organizzatori, ha portato a questa decisione. Se la finale è stata spostata al venerdì vuol dire che con il meteo non si scherza, soprattutto se pensiamo al tipo di contest al quale stiamo per assistere, con salti da 20 metri che oltrepassano voragini e dirupi.

La Red Bull Rampage è la manifestazione che ha segnato ogni cambiamento del freeride. Ciò che accade nei canyon dello Utah diventa leggenda, come lo storico “suicide” (no-hander) di Kyle Strait quando aveva solo diciassette anni. Come non citare la storica vittoria di Cedric Gracia nel 2003 o l’immenso “three-sixty” (360°) di Cameron Zink nell’edizione 2014.

Una parte della nostra vita incollati allo schermo con i video di New World Disorder è dovuta proprio all’esistenza della Rampage. Ogni anno aspettiamo con ansia l’evento di freeride estremo più folle, pericoloso ma soprattutto più adrenalinico di tutti i tempi.

In questo video di Claudio Caluori possiamo vedere come, su questo percorso mostruoso, ogni minima variazione climatica potrebbe avere conseguenze molto più ampie rispetto al resto dei tracciati nel mondo. Claudio è un rider esperto che ci ha abituati a tantissime preview dei tracciati di Coppa del Mondo downhill: vederlo qui in difficoltà e senza fiato alla base del canyon spiega molte cose…

Per godersi i più grandi trick aggrappati ai braccioli della sedia o del divano basta collegarsi domani sera alle 18.30 su Red Bull TV, per godersi la diretta dall’inizio alla fine. Mettete le birre in fresco!

A proposito dell'autore

Appassionato di mountainbike e fotografia, dopo la laurea in scienze internazionali alla Facoltà di Scienze Politiche sta affrontando un master in fotogiornalismo all'Istituto Italiano di Fotografia. È entrato quasi subito in BiciLive.it con lo scopo di formarsi sia come fotogiornalista sia per rimanere vicino alla sua passione per la bicicletta.