Si è concluso domenica a Toscolano Maderno il Bike Fest, evento di una settimana dedicato alla bicicletta. A chiudere le danze è stata la Mad Of Lake, urban dh che tra vasto pubblico, musica, tanta festa e divertimento ha visto primeggiare il veneto Alan Beggin del team 360 degrees

582

Photo Credit: Roberto Veronesi

La settimana del Bike Fest di Toscolano Maderno è stata intensa e all’insegna delle due ruote a pedali. Tutti i giorni da sabato 17 a domenica 24 maggio, un evento ha caratterizzato il territorio del comune sul Lago di Garda e ha reso partecipi tutti gli amanti del ciclismo: dai più piccoli, con la gara dei giovanissimi su strada, ai downhiller più incalliti con la urban downhill di domenica. Sicuramente i due giorni conclusivi della settimana sono stati l’evento clou, e il meteo che sembrava non promettere niente di buono ha regalato invece una giornata di gara perfetta. Gli stand gastronomici, le bancarelle e i concerti allestiti nella grande area paddock hanno poi dato una marcia in più a un evento che promette di diventare uno degli appuntamenti fissi del calendario mtb.

 

Il percorso creato per la Mad of Lake è stato uno dei più lunghi per una urban dh con i suoi 3km. Un continuo toboga tra salti, scalinate, tratti pedalati e un rock garden artificiale che ha lasciato spazio all’interpretazione e la “manetta” dei rider.

E proprio i rider sono stati i veri protagonisti di questo evento: quasi 140 partecipanti giunti da molte parti d’Italia per sfidarsi in questa tappa del Circuito DH Nord Est.

10987490_852918164744292_6004422877750864554_n

Foto di Andrea Cristini – facebook.com/dirtydropschool

La giornata di gara è stato lunga ed intensa: tutta la mattinata adibita alle prove del percorso con risalite meccanizzate tramite furgoni e nel pomeriggio due manches, con classifica basata sul miglior tempo tra le due. Ed a spuntarla su tutti i partecipanti è stato l’atleta del Team 360 Degrees, Alan Beggin che ha anticipato Francesco Locatelli e Lucas Amadini. Nella categoria femminile agoniste si è imposta Eleonora Farina che ha preceduto Alessia Missiaggia e Kristine Primero. Negli amatori è stato invece Alessandro Pennati a primeggiare, lasciando Fabio Agazzi secondo e Oscar Colombo a chiudere il podio mentre Anna Ivana Sparano porta a casa la gara femminile.

BRI_3253

Photo Credit: Roberto Veronesi

Prima delle premiazioni, gli amici di Walter Belli hanno messo in scena una bella estrazione a premi per raccogliere fondi destinati alle cure dell’atleta  #StayStrong

Un esordio con il botto quindi, che lascia ben sperare sugli sviluppi futuri e sul grande potenziale che anche la parte “sud” del Lago di Garda può sviluppare e regalare al nostro movimento. Gli organizzatori non si sbottonano ancora sulle nuove idee già in fase di sviluppo, ma se le premesse sono queste non possiamo che tenere la lente puntata sulla Mad Of Lake. Stay tuned per il 2016!

Se volete avere info sull’evento, su tutte le iniziative e sul Bike Fest potete andare sul sito ufficiale della gara Madoflake.it, sulla pagina Facebook o sul sito del comune dove trovate tutte le attività svolte durante il Bike Fest.

 

 

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Andrea Ziliani è un appassionato di ciclismo a tutto tondo. Corre su strada dalle categorie giovanili e da qualche anno anche in enduro. Appassionato di motori, fotografia ed ogni cosa che riguarda la meccanica e la velocità.