Se la Force da 150 mm è la nuova all-mountain di casa GT, la Sensor da 130 mm è invece l’altrettanto nuova trail bike del brand californiano.

Con la sorella maggiore condivide la sospensione AOS, le ruote 650b/27,5” e le geometria completamente rinnovata

A differenza della Force, proposta solo in tre allestimenti con telaio in fibra di carbonio, per la Sensor ne avremmo sei, di cui tre sempre in carbonio (Carbon Team, Pro, Expert) e altrettanti in alluminio (Pro, Expert, Elite), così da ampliare la scelta e il range di prezzo per i potenziali clienti in una strategica fetta del mercato mountain bike.

La geometria della Sensor è pensata per eccellere sui single track scorrevoli e mediamente tecnici: sterzo a 68,5°, movimento centrale a 343 mm, con un orizzontale lungo accompagnato da un carro dalla lunghezza contenuta (440 mm). L’allestimento prevede un appoggio anteriore particolarmente curato, con attacco da 80 mm e manubrio low rise da 740 mm, mentre il reggisella telescopico manca solo sull’entry level in alluminio Sensor Elite.

Il tuning dell’ammortizzatore Flox Float CTD, che serve la nuova sospensione AOS (Angle Optimized Suspension), prevede un maggiore sostegno nella pedalata rispetto a quello della Force, con un affondamento prettamente lineare e controllato lungo i 130 mm della corsa alla ruota posteriore.

I pesi delle bici variano dai 12,16 kg del top di gamma Sensor Carbon Team ai 14,18 kg dell’entry level Sensor Elite.

Video credit: Matteo Cappè — BiciLive.it // Alberto Martinelli – Rockinthemiddle.com

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Da oltre 15 anni nel mondo dell’editoria specializzata, come redattore di testate giornalistiche specializzate nel mondo mtb, dell’informatica e del multimedia, e come autore di manuali tecnici e guide d’itinerari dedicati alla mountain bike.