Da veri patiti quali siamo, è sempre interessante andare a far visita nel quartier generale di Fox Italia

Se hai la passione che scorre nelle vene e ad ogni uscita sei lì a scervellarti sul funzionamento di ogni singolo componente montato sulla tua bici, entrare in questi laboratori rappresenta una sorta di “viaggio con Piero Angela”, un’esperienza incredibile in cui ogni domanda o curiosità scaturita in sella, trova una risposta.

Gente vera, che suda, che non racconta balle solo per condirti e che ammette di lavorare con prodotti in continua evoluzione, da un lato sempre più performanti, ma non per questo esenti da manutenzione o da continue migliorie. Il nostro mentore all’interno di questo viaggio è Paolo Accusato, responsabile del reparto tecnico e uomo poco avvezzo al marketing, ma di tanta sostanza. Già per questo ci piace!

A dimostrazione del loro impegno iniziato duramente tre anni fa, senza dimenticare momenti difficili per loro e per tutti i clienti Fox, l’essere diventati quest’anno Case Study da parte della casa madre. Sono i fatti che parlano: lavoro preso in consegna e terminato entro le 48H (così ci hanno giurato dopo aver ammesso le difficoltà iniziali a causa del “passaggio di consegne”); 40/50 unità ammortizzanti giornaliere; Fox Point; Libretto di Manutenzione e molto altro.

Nel video racconteremo appunto dei Fox Point, nati con lo scopo di migliorare sempre di più il rapporto cliente/prodotto, attraverso il punto vendita.  Al contrario di quanto ci si aspettasse, il numero dei Fox Point è diminuito nel ’14, per puntare sempre di più sulla qualità al posto dei semplici numeri. Per ora tali centri si limiteranno alla manutenzione ordinaria, tarature base, oltre ad essere un riferimento che conosce a menadito la fitta gamma di prodotti Fox. Per tarature personalizzate stanno valutando di fare una selezione nella selezione affinché non ci siano timori o eventuali problemi, ma è lo stesso Paolo Accusato che ci confida: “E’ impossibile fermare la sperimentazione, anche da parte di artigiani che modificano le sospensioni. Talvolta fanno dei danni, ma spesso individuano soluzioni molto interessanti che portano a progredire più in fretta”.

Ma parleremo anche della “guerra” contro la cattiva manutenzione e la nascita dei libretti di manutenzione, dove il primo intervento viene fatto gratuitamente per scongiurare eventuali danni che da lievi potrebbero compromettere l’intero funzionamento della sospensione. Tutto questo rientra in un piano di manutenzione, o educazione all’utilizzo, che Fox Italia vorrebbe portare avanti, e da biker che amiamo incondizionatamente la nostra bici, non possiamo che condividere al 100%. Il libretto funzionerà esattamente come quello dei tagliandi della nostra vettura.

Altre novità interessanti, soprattutto riguardanti il programma Tune Your Fox su www.ridefox.it tra cui la sostituzione del sistema Talas vecchio con la versione 5.  A tal proposito, il kit dovrebbe costare sui 450 euro, ma a mio parere ci vuole coraggio a chiedere questa cifra a chi ne ha già spesi tanti per avere il meglio e si è trovato per le mani un prodotto dalle scarse prestazioni.

A proposito dell'autore

E' una figura chiave nel panorama della mountainbike italiana e internazionale. La sua presenza spazia dall'essere giornalista, tester, testimonial, protagonista di un canale Vimeo seguitissimo e co-fondatore della Gravity School