Gerhard Kershbaumer è un atleta del team Torpado-Gabogas ed è nato a Bressanone (BZ) il 19 luglio 1991. “Gerry” è il più forte rider italiano nella specialità XCO, il cross country olimpico.

L’altoatesino è il primo atleta italiano sponsorizzato Shimano che ha utilizzato in anteprima il nuovo gruppo Shimano XTR M9100 portandolo sul podio ai mondiali XCO 2018.

Questa stagione è infatti stata la migliore della sua carriera, partendo dall’argento ai campionati mondiali di Lenzerheide in Svizzera, il secondo titolo di campione italiano XC dopo quella del 2017 e il primo posto nella coppa del mondo XCO a Vallnord (Andorra).

foto di Gerhard Kerschbaumer in azione sul nuovo tracciato XC di Pila.

Gerhard Kerschbaumer con la Torpado Matador sul nuovo tracciato XC di Pila (AO).

Questi ottimi piazzamenti si aggiungono ai numerosi podi e vittorie nelle gare nazionali ed europee di quest’anno, a cui si devono aggiungere le altre tre maglie tricolore e il titolo di campione di coppa del mondo collezionati quando era Junior e Under 23, portando il palmarès di Kerschbaumer a un livello di altissimo rispetto.

Qui vi presentiamo la Torpado Matador X 29” che Gerry utilizza.

foto della torpado matador x

La Torpado Matador X di Gerry pesa 9,8 kg con i pedali.

La Torpado Matador X di Gerry Kerschbaumer

La mountain bike è una Torpado Matador versione X in taglia L, Gerry è alto 1,86 per circa 72 kg. Il telaio ha una colorazione standard chiamata Scuderia ed è di serie, con escursione di 100 mm posteriori e spaziatura boost.

foto delle pedivelle della mtb di Kerschbaumer

Le pedivelle e la corona Shimano XTR da 36T della Torpado di Gerry.

La trasmissione è tutta Shimano con il nuovo XTR 9100 1×12. La corona è da 36 denti abbinati alla cassetta 10-51, senza guida catena. Gerry conferma che con le 12 velocità non ha avuto nessun problema di cadute.

Tuttavia, sulle versioni per il pubblico della Torpado Matador con gli altri montaggi sarà montato un guida catena come opzione.

gerry kerschbaumer e marco cittadini di shimano

Marco Cittadini, PR e Communication Shimano Italia, si complimenta con Gerry per la vittoria agli italiani di Pila.

Le sospensioni sono Fox con forcella 32 Step Cast Factory da 100 mm, utilizzata con una pressione di 100 psi. L’ammortizzatore è un Float DPS Elite, con pressione di 150 psi.

I freni sono Shimano XTR 9100 con dischi da 160 mm su entrambe le ruote. Le pastiglie utilizzate da Gerry sono sinterizzate od organiche a seconda delle condizioni meteo. I pedali sono i nuovi Shimano XTR M9100.

foto dei freni della mtb torpado matador di kerschbaume

I freni Shimano XTR 9100 nella versione xc, senza regolazioni per la massima leggerezza-

Per quanto riguarda gli appoggi, il manubrio è un FSA K-Force in carbonio da 710 mm di larghezza, l’attacco è sempre FSA K-Force in carbonio da 110 mm di lunghezza e le manopole sono in spugna marchiate Torpado.

Vicino alla manopola sinistra troviamo la leva Fox X2 che controlla il blocco in compressione di forcella e ammortizzatore, utilissima per i tratti pedalati più lunghi.

Il tubo sella è un FSA K-Force in carbonio da 31,6 mm da 400 mm di lunghezza e la sella è una Selle Italia X-LR Kit Carbon da 135 grammi.

Gerhard Kerschbaumer con il nuovo Shimano XTR 10-51

Gerhard Kerschbaumer e la sua Torpado Matador 29″ al bis del titolo di campione italiano xc.

Le ruote boost sono le italiane Ursus Kodiak in carbonio con canale interno da 24 mm e 28 raggi per ruota, scelta di Gerry per prediligere reattività e leggerezza anche se sono disponibili con canale da 29 mm.

Il mozzo posteriore è però il nuovo Shimano XTR, necessario per adattarsi alla cassetta a 12 velocità che presenta inoltre la tecnologia Micro Spline e Scylence per migliorare la scorrevolezza della ruota e anche la silenziosità.

foto della trasmissione della mtb torpado

La cassetta Shimano XTR 10-51T e il mozzo Shimano con adesivo Ursus.

Per finire, le coperture sono Maxxis Aspen da 29×2,2” utilizzate tubeless con liquido sigillante e senza alcun sistema per la protezione dei cerchi mtb. Gerry usa pressioni di circa a 1,5 bar anteriori e 1,8 posteriori a seconda del percorso e delle condizioni meteo, ovviamente poi cambiando le coperture in caso di fango.

In alcune foto sui pneumatici si vede la sigla ONE70 quindi 170 Tpi, carcassa che Maxxis per ora non commercializza sulle Aspen e fornisce solo ai pro.

La MTB di Gerhard Kerschbaumer: particolarità

Gerry non usa nessun tipo di misuratore di potenza o ciclocomputer, essendo un rider molto “da sensazioni”. In inverno non va come alcuni atleti a pedalare nei posti caldi ma si allena tantissimo facendo sci alpinismo e moto da trial.

foto di Gerhard Kerschbaumer in azione sul nuovo tracciato XC di Pila

Gerry mentre taglia il traguardo vincendo la seconda maglia di campione italiano XC.

Sulla bici in realtà non c’è nulla di particolare, quello a cui molti fanno fatica a credere è che la Torpado che Gerry utilizza presenta tutti componenti di serie.

Per informazioni sulla bici consultate il sito ufficiale Torpado, mentre per trasmissione e freni consultate il sito Shimano.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso Gravity School. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!