I pedali SPD di Shimano (bike.shimano.com) sono un po’ come l’Aspirina: un marchio commerciale che nel tempo è diventato il nome di un prodotto. In questo caso abbiamo a che fare con un brevetto che quest’anno compie ben 30 anni dalla sua registrazione, di cui avevamo già parlato in occasione del 25° anniversario degli SPD Shimano.

Sono passati tanti anni e i pedali a sgancio rapido di Shimano si sono evoluti progressivamente per essere sempre più leggeri e performanti, robusti ma anche pratici da utilizzare soprattutto in condizioni climatiche avverse e con terreno fangoso.

Tuttavia non hanno perso la loro logica iniziale di progetto semplice ed efficace per molteplici utilizzi e altrettanti segmenti di consumatori. Nascono soprattutto per le mountain bike ma si adattano benissimo anche alle discipline più stradali e al trekking, con e senza pedalata assistita.

Per le bici da corsa vengono utilizzate soluzioni a sgancio rapido differenti, che privilegiano il peso contenuto rispetto alla robustezza necessaria in fuoristrada. Vediamo perché sceglierli, come funzionano e tutti i modelli con i relativi pesi e prezzi.

particolare del logo shimano su una bici in un bosco

Perché scegliere un pedale Shimano a sgancio rapido SPD

Facciamo un passo indietro e parliamo di pedali, un componente della bici spesso sottovalutato ma in realtà fondamentale perché trasmette il moto al sistema di trasmissione che ci permette di avanzare.

La possibilità di scaricare tutta la nostra forza sui pedali è dunque fondamentale per ottenere una pedalata efficace ed è quello a cui hanno pensato i progettisti Shimano nel lontano 1990.

Il sistema SPD (Shimano Pedaling Dynamics) è un sistema che principalmente aiuta ad ottenere una pedalata rotonda, ossia si “spinge” con una gamba mentre si “tira” con l’altra. In questo modo non ci sono troppe dispersioni e la nostra potenza muscolare viene utilizzata efficacemente al 100%. Inoltre il fatto di essere agganciati alla bici permette un controllo maggiore nei tratti dissestati, nei rilanci, nei momenti di salita tecnica e nelle fasi aeree.

Come funzionano il pedale a sgancio rapido SPD e le tacchette Shimano

Il prezzo da pagare è l’aggancio solidale del piede al pedale che psicologicamente può far pensare a un rischio di caduta alla prima fermata. In realtà lo sgancio è semplice quanto fulmineo: con una lieve rotazione esterna il piede viene liberato per poterlo appoggiare per terra.

Altrettanto facile è l’aggancio in fase di ripartenza: è sufficiente appoggiare il metatarso del piede sul pedale facendo una lieve pressione e un “clack” ci conferma di essere agganciati.

Tutto questo grazie alle tacchette Shimano specifiche per gli SPD che vengono imbullonate sotto la scarpa e che si agganciano al pedale. Sono sottili e integrate nella suola della scarpa per consentire di camminare bene e senza danni anche sui pavimenti delicati.

Ne esistono diversi tipi per avere uno sgancio più o meno semplice e con più o meno gradi di rotazione del piede. Sono disponibili nei modelli con sgancio unidirezionale, multidirezionale, con 0°, 2° o 6° di rotazione e costano dai 13 ai 21 euro.

Sono meglio i pedali a sgancio rapido o i flat?

Un sistema semplice e sicuro, dunque. Ma non tutti la pensano così: se su strada è inimmaginabile pedalare senza un sistema di sgancio rapido, in fuoristrada ci sono due correnti di pensiero che contrappongono gli SPD ai pedali flat di ultima generazione, con base piatta o concava e arricchiti con pin, dei perni che permettono di non far scivolare il piede sulla piattaforma del pedale.

L’abbinamento di una scarpa specifica per MTB con suola morbida in grado di aderire perfettamente ai pin completa una soluzione altrettanto valida.

Il confronto fra i due sistemi di pedalata è già stato approfondito nell’articolo di confronto fra pedali flat o sgancio rapido.

Oggi ci limitiamo a ricordare gli aspetti salienti dei pedali clipless ovvero a sgancio e quindi approfondiamo la conoscenza sulla gamma 2020 dei pedali a sgancio rapido SPD di Shimano.

foto ambientata di un pedale

Vantaggi e svantaggi dei pedali a sgancio rapido SPD

I vantaggi principali dei pedali SPD sono riconducibili a una migliore efficienza della pedalata. La nostra guida sarà più sicura grazie alla connessione fra il pedale e la scarpa che trasmette un miglior controllo della MTB, anche quando si frulla sui pedali o si affrontano terreni molto sconnessi, situazione in cui i pedali flat risultano meno efficienti.

In salita e in discesa la sensazione di essere un corpo unico con la bicicletta ci consente di osare di più, di utilizzare la maggiore stabilità dei piedi a vantaggio della prestazione.

Abbiamo già detto che i pedali a sgancio rapido ci permettono una pedalata rotonda al 100% utilizzando tutti i muscoli della gamba e, quando iniziamo ad essere affaticati, possiamo scegliere solo di tirare o spingere sui pedali facendo riposare parte dei nostri distretti muscolari.

I difetti dei pedali SPD, diciamolo subito, sono soprattutto psicologici e collegati alla poca esperienza perché l’idea di essere agganciati alla MTB all’inizio può sembrare pericolosa e dare poca fiducia.

La pratica ci aiuta in poco tempo a rendere automatico il movimento di rotazione della caviglia che permette di sganciare il pedale: è utile acquistare un pedale a sgancio rapido con la molla regolabile in modo da tarare, almeno inizialmente, la tensione al minimo e fare comunque molte prove su un prato o un parcheggio prima di un vero utilizzo nei boschi.

Anche il riaggancio richiede un po’ di esperienza per renderlo istantaneo, soprattutto quando dobbiamo ripartire su una salita impegnativa e abbiamo bisogno di spingere forte fin dalla prima pedalata: a seconda della sua conformazione, il pedale SPD potrebbe risultare scivoloso finché non viene agganciato.

Ma il vero punto debole dei pedali SPD è in caso di fango o neve perché il punto di aggancio si può riempire di detriti e rendere l’operazione più difficoltosa. Il più delle volte basta sbattere i piedi per terra prima di agganciare il pedale per risolvere quasi completamente il problema.

Infine il meccanismo dello sgancio richiede un po’ più di manutenzione rispetto ad un pedale tradizionale: un buon lavaggio con una spazzola e sgrassante e la lubrificazione con uno spray al teflon o PTFE sono sufficienti per garantire la longevità del pedale e le manovre di aggancio e sgancio molto fluide.

foto di un gruppo di rider professionisti che mostrano alcuni modelli di pedale

La gamma 2020 dei pedali a sgancio SPD di Shimano

Nei loro 30 anni di vita, i pedali a sgancio rapido SPD di Shimano si sono evoluti senza sosta riducendo il peso e migliorando la durata e l’affidabilità in tutte le condizioni di guida.

Anche il meccanismo di aggancio si è evoluto per aiutare fango e detriti a fuoriuscire quando il ciclista aggancia il pedale. Dal punto di vista della manutenzione, i cuscinetti a cartuccia dei pedali Shimano bloccano la penetrazione di polvere e umidità nel meccanismo riducendo molto la necessità di interventi straordinari.

Come da tradizione per ogni suo componente, la casa nipponica propone una gamma di offerta molto ampia e variegata per rispondere alle differenti esigenze di ciascun utente.

La prima differenziazione è in funzione della destinazione d’uso, dal racing al turistico, da cui derivano delle serie di prodotti dedicate.

Vediamoli insieme ricordando che i prezzi indicati nel listino sono da considerarsi prezzi consigliati al pubblico (IVA inclusa), hanno carattere puramente informativo e possono essere modificati dall’azienda.

Pedali SPD Shimano XTR

La XTR è la serie racing per eccellenza, dove il rapporto fra il peso e la robustezza del materiale vengono calibrati per ottenere la migliore performance possibile in mountain bike. L’alloggiamento più sottile dell’asse migliora l’evacuazione del fango e dei detriti.

Caratteristiche dei pedali della serie XTR
Disposizione allargata dei cuscinetti per rigidità e distribuzione uniforme dei carichi, aggancio su due lati, asse a cartuccia, tacchette SM-SH51 e distanziatore tacchette da 1,0 mm inclusi, registro ritenuta placchetta, meccanismo sigillato.

Pedali Shimano XTR PD-M9120 Trail – 154, 99 euro con tacchette SH51
Area di contatto scarpa/pedale estremamente ampia e lunga che aumenta il controllo e la stabilità in posizione di sgancio. Il design del pedale protegge il meccanismo di aggancio, colore nero, regolazione della tensione di aggancio e sgancio, peso medio 398 grammi.

Pedale Shimano XTR PD-M9120 Trail

Pedali Shimano XTR PD-M9100 XC – 144,99 euro con tacchette SH51
Area di contatto scarpa/pedale ampia che aumenta il controllo e la stabilità in posizione di sgancio, posizionamento più ampio dei cuscinetti per una maggiore rigidità, protezione dei meccanismi di aggancio dagli impatti più violenti, alloggiamento dell’asse ovale per agevolare il deflusso di fango e detriti, regolazione della tensione di aggancio e sgancio, colore nero, peso medio 379 grammi.

un pedale della Shimano XTR PD-M9100

Pedali Shimano XTR PD-M9100S1 XC – 144,99 euro con tacchette SH51
Area di contatto scarpa/pedale migliorata con profilo antifango, asse più sottile e dal peso ottimizzato disponibile in 2 lunghezze, piattaforma ribassata per la massima stabilità durante la pedalata, disponibile asse più corto di 3 mm, colore nero, peso medio 310 g (con asse corto), 314 g (con asse normale).

due pedali Shimano XTR PD-M9000 di tre quarti

Pedali SPD Shimano Deore XT

La Deore XT è da sempre la serie di alta gamma per chi utilizza la bicicletta in tutte le condizioni e ha bisogno di pedali robusti e affidabili.

Caratteristiche dei pedali della serie DEORE XT
Piattaforma ribassata per massimizzare la stabilità durante la pedalata, robusti meccanismi ad artiglio che garantiscono la fluidità nell’aggancio/sgancio, regolazione personalizzata della tensione di aggancio e sgancio, asse a cartuccia, registro ritenuta placchetta, meccanismo sigillato, placchetta inclusa SM-SH51, è incluso distanziatore tacchette da 1,0 mm, aggancio su due lati, perno al Cr-Mo robusto e durevole con montaggio con brugola da 8 mm.

Pedali Shimano XT PD-M8120 - 94,99 euro con tacchette SH51
Ampio contatto pedale-scarpa, la gabbietta integrata aumenta la stabilità e il controllo in posizione non agganciata e protegge il meccanismo di aggancio dagli impatti, peso medio 438 g.

Pedalle XT PD-M8120 della Shimano

Pedali Shimano XT PD-M8100 - 94,99 euro con tacchette SH51
Ampia piattaforma del pedale, peso medio 342 g.

un pedale XT PD-M8100 shimano

Pedali Shimano XT T8000 – 94,99 euro con tacchette SH56
Ampia piattaforma del pedale, agganci disassati con design anti accumulo di fango, colore nero, peso medio 343 grammi.

Pedali SPD Shimano Deore

La serie che coniuga in modo ottimale la robustezza ed affidabilità dei suoi pedali SPD con un prezzo di listino proporzionalmente più contenuto.

Caratteristiche dei pedali della serie SHIMANO DEORE
Asse a cartuccia, registro ritenuta placchetta, meccanismo sigillato, regolazione della tensione di aggancio e sgancio.

Pedali Shimano Deore PD-M424 – 46,99 euro con tacchette SH51
Il meccanismo “flottante” permette all’attacco di ruotare di 12,5° per garantire un aggancio facile e veloce, gabbiette in resina grandi e resistenti, perno al Cr-mo e asse con cuscinetti a cartuccia sigillati a bassa manutenzione, colore nero, peso medio 472 g.

Pedale Shimano Deore PD-M424

Pedali Shimano Deore PD-M520 – 36,99 euro con tacchette SH51
Design compatto del corpo con aggancio aperto per garantire un ingresso semplificato, minore accumulo di fango e detriti nella sua categoria, perno al Cr-Mo e asse con cuscinetti a cartuccia sigillati a bassa manutenzione, colori argento-nero, peso medio 380 g.

uno Shimano Deore PD-M520

Pedali SPD Shimano Saint

Robustezza, stabilità ed ergonomia per garantire un controllo assoluto della bici. Questa serie è stata realizzata pensando alle competizioni downhill ed enduro.

Pedali Shimano Saint PD-M820 – 119,99 euro con tacchette SH51
La superficie di contatto più ampia aumenta la stabilità grazie a 4 perni ad altezza regolabile per lato per una maggiore presa quando la scarpa non è agganciata, corpo pedale più sottile per un’altezza complessiva ridotta e una maggiore distanza dal terreno, corpo pedale in lega non flottante per la massima semplicità e resistenza, perno al Cr-Mo robusto anche se più sottile con montaggio con brugola da 8 mm, regolazione della tensione di aggancio e sgancio, colore nero, peso 546-568 g.

Pedae Saint PD-M820 Shimano

Pedali SPD Shimano Zee

Una piattaforma solidissima per affrontare in sicurezza i sentieri di montagna più impegnativi. Pedali ideali per gli appassionati di downhill, BMX e del gravity in generale.

Pedali Shimano Zee PD-M647 – 93,99 euro con tacchette SH51
Il meccanismo “flottante” permette all’attacco di ruotare di 12,5° per garantire un aggancio facile e veloce, regolazione della tensione di aggancio e sgancio, riduce efficacemente l’accumulo di fango, perno a cartuccia sigillato al Cr-mo con collarino rinforzato in acciaio, colore nero, peso 568 g.

uno Shimano Zee PD-M647

Pedali SPD Serie Shimano

Tre modelli a disposizione degli appassionati di mountain bike.

Pedali Shimano PD-ME700 – prezzo n.d.
La piattaforma larga a doppia faccia migliora la stabilità scarpa-pedale e il trasferimento di potenza, la gabbia integrata aumenta il controllo in posizione non agganciata e protegge il meccanismo di aggancio dagli impatti, i robusti meccanismi ad artiglio garantiscono la fluidità nell’aggancio/sgancio, ingresso regolabile per il ciclista, tensione di sgancio personalizzabile, perno al Cr-Mo e asse con cuscinetti a cartuccia sigillati a bassa manutenzione, colore nero.

Pedale PD-ME700 della shimano

Pedali Shimano PD-M530 – 43,99 euro con tacchette SH51
La gabbietta integrata aumenta la stabilità e il controllo in posizione non agganciata e protegge il meccanismo di aggancio dagli impatti, minore accumulo di fango e detriti nella sua categoria, regolazione della tensione di aggancio e sgancio, perno con cuscinetti a cartuccia sigillati a bassa manutenzione, colori bianco-nero, peso medio 455 g.

uno Shimano PD-M530

Pedali Shimano PD-EH500 – 74,90 euro
Aggancio SPD ad azione leggera solo su un lato con piattaforma piatta sull’altro, presa sul lato piatto efficace per un maggior controllo, gruppo asse a cartuccia sigillato a bassa manutenzione, regolazione della tensione di aggancio e sgancio, colore grigio scuro, peso 383 grammi.

Pedali della Shimano PD-EH500

Conclusioni

Confrontando le varie caratteristiche dei pedali SPD Shimano non vi resta che scegliere il modello adatto alle vostre esigenze, regolare la durezza della molla dei pedali e le tacchette sotto le vostre scarpe e partire per la prossima avventura.

Due ulteriori consigli che possiamo darvi: il primo è avere pedale, scarpa e bici dello stesso “stile”, quindi sarebbe meglio evitare i pedali da XC su bici da enduro.

Il secondo consiglio, visto che usiamo entrambi i sistemi (flat ed SPD) da anni, è quello di non fossilizzarsi su un sistema solo perché entrambi portano dei benefici alla pedalata e alla tecnica di guida.

Per maggiori informazioni sui pedali SPD e flat vi consigliamo di consultare la sezione dei pedali sul sito web ufficiale Shimano.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Da ragazzino si calava giù dalle montagne in sella a una Saltafoss dopo averla portata in cima sulle spalle, poi ha avuto una lunga parentesi motociclistica anche come organizzatore di eventi on/offroad e, con la maturità, è ritornato alla passione per i pedali, in particolare con l’aiutino elettrico. Adesso è Presidente di una Associazione che organizza Tour ed Eventi in e-Bike.