SRAM ha presentato di recente NX Eagle™, la versione entry level del loro sistema di trasmissione a 12 velocità Eagle per mountain bike destinato a chi vuole spendere poco e con un occhio di riguardo alle eBike.

Andiamo a scoprire insieme le caratteristiche di questo sistema, che con poco più di 2 kg di peso e un prezzo di listino al pubblico che si aggira attorno ai 415 euro sarà in futuro al centro dell’attenzione di numerosi appassionati.

Prima però un poco di storia…

Il gruppo trasmissione per mtb SRAM NX Eagle

Mtb monocorona o a due corone? Questo il dilemma

La trasmissione monocorona, nata nel 2012 con i sistemi XX1 e X01, ha avuto enormi evoluzioni grazie a SRAM che ha continuato a sviluppare questo sistema, nonostante lo scetticismo di molti rider che continuano a usare il classico sistema 2x.

Il fatto di avere un numero limitato di rapporti, la famosa “coperta corta”, ha sempre scoraggiato gli utenti che fanno un uso polivalente della mountain bike, per esempio chi pratica all mountain o percorre giri misti tipo “cicloturistici” dove serve sia un rapporto molto agile, per gli strappi, sia un rapporto lungo per le percorrenze in pianura.

Anche gli enduristi hanno un sempre avuto occhio di riguardo al numero di rapporti disponibili in quanto, nelle gare enduro, le salite non mancano ed avere un rapporto lungo, per poter pedalare anche in discesa e prendere maggiore velocità, è indispensabile ai fini della classifica.

Nelle varie fasi evolutive del sistema monocorona di questi anni abbiamo assistito ad un investimento dei vari brand soprattutto sul dimensionamento dei pignoni, sia dei sistemi a 10V che ad 11V, ma ingrandendo troppo il pignone finale si è andato a perdere molto sulla linearità della cambiata tra un rapporto e l’altro, in particolar modo negli ultimi due pignoni.

Altro fattore che ha limitato molto l’estensione e l’utilizzo del pignone finale di ancor maggiori dimensioni è stata la retrocompatibilità con i cambi ad 11V standard che fanno fatica in alcuni casi a far salire la catena sull’ultimo pignone.

SRAM, circa 2 anni fa, dopo un lungo sviluppo presentò il sistema Eagle 12V che finalmente riuscì a risolvere tutti i problemi sia in termini di quantità di rapporti che di qualità della cambiata, grazie a un nuovo concetto di trasmissione definendolo un vero e proprio ecosistema Eagle.

Il primi prodotti di questa serie furono XX1 ed X01 Eagle, destinati a un target molto alto di utenti e per il montaggio di serie sulle mountain bike top di gamma. Se da una parte avevano risolto i problemi di qualità della cambiata e quantità di rapporti, il prezzo elevato non rese invitante a molti rider abbandonare la loro trasmissione 1X11 o 2X.

Un primo passo in avanti su questo tema fu fatto con il sistema GX Eagle, presentato lo scorso anno che, nonostante il prezzo più “popolare”, offriva comunque tutti i vantaggi del sistema Eagle.

Tuttavia, seppur più economico dei sistemi Eagle XX1 ed X01, il suo prezzo di acquisto era comunque considerato da molti elevato. Quindi, nonostante la qualità del prodotto ancora molto elevata, ancora in molti hanno resistito alla tentazione: inoltre vi era il mercato delle mountain bike elettriche dove, causa l’elevata coppia del sistema rider-motore, c’era la richiesta di componenti specifici molto più robusti e affidabili.

Quest’anno in molti erano in attesa di qualche novità, soprattutto da parte di Shimano, che non si è fatta attendere e ha presentato il sistema Shimano XTR 12V: quasi in contemporanea SRAM ha presentato NX Eagle, il suo nuovo sistema 12V.

Una mountain bike equipaggiata con gruppo trasmissione SRAM NX Eagle

Il gruppo di trasmissione SRAM NX Eagle™

Questo nuovo sistema di SRAM ha aperto di fatto il mondo del monocorona e dei sistemi 12V a tutti, compresi i più scettici e chi voleva spendere poco, inoltre il sistema è stato concepito con un occhio di riguardo alle e-bike utilizzando materiali molto robusti sacrificando la leggerezza complessiva del sistema.

Come anche gli altri sistemi Eagle, il kit NX è pensato come un ecosistema in cui la resa massima si ha quando tutta la trasmissione è composta da componenti della stessa serie: è comunque garantita la compatibilità con componenti delle altre serie Eagle.

Analizziamo ora com’è fatto il sistema NX Eagle, passando in rassegna tutti i suoi componenti.

Comando cambio NX Eagle

Iniziamo dal manettino, che è il primo componente con cui il rider viene a contatto. Questo ha molto in comune con il suo fratello maggiore (GX Eagle) ed è disponibile con diverse varianti distinte dal tipo di collarino: Integrato e Match Maker.

Quest’ultimo tipo permette di regolare la distanza del rispetto al collarino stesso, grazie a due fori di posizionamento ed inoltre è compatibile con il sistema Match Maker ormai molto diffuso tra gli impianti frenanti di ultima generazione.

Come abbiamo accennato prima, il sistema NX Eagle è pensato anche per le ebike e troviamo nel manettino già la prima soluzione dedicata a questo settore: è difatti disponibile una versione specifica in cui è presente una limitazione nell’attuazione che permette di muovere un solo ingranaggio la volta, questo per evitare rotture accidentali causate da un eccessivo salto di pignoni.

Comando cambio del gruppo NX Eagle di SRAM

Guarnitura NX Eagle

Andando verso la parte centrale della bici troviamo la guarnitura NX Eagle con pedivelle forgiate in alluminio 6000 e corona con tecnologia X-Sync 2. Questa guarnitura utilizza la tecnologia DUB che non è un nuovo standard ma un sistema caratterizzato da un’unica modalità di fissaggio del movimento centrale che offre una migliore tenuta delle guarnizioni alla contaminazione esterna e dalla compatibilità con nuovi e vecchi telai.

Utilizzando un perno avente dimensione a metà tra il 24 ed il 30 ovvero 28,9 mm e 4 sistemi di movimento centrale (BSA, PressFit 92, BB30 e PressFit 30) il sistema DUB può essere usato praticamente su qualsiasi tipo di telaio.

La guarnitura NX Eagle e la catena: 983 grammi di peso in totale.

Cambio posteriore NX Eagle

Il cambio dello SRAM NX Eagle utilizza l’ormai collaudato design X-HORIZON, a parallelogramma retto, e una puleggia inferiore da 14 denti, l’ideale per l’impiego su pacchi pignoni 11-50 e 10-50. Troviamo su questo cambio anche altre tecnologie SRAM ben collaudate come il CAGE LOCK per bloccare il cambio quando si toglie la ruota e il ROLLER BEARING CLUTCH, la frizione che elimina i rimbalzi della catena lungo le discese più impervie.

Cassetta pignoni PG-1230 Eagle

Veniamo ora al pacco pignoni, che è un componente di questo sistema NX Eagle che sta facendo già molto discutere sul web per via del suo peso, molto elevato, ma che deriva da una scelta mirata di SRAM nel creare un pacco pignoni robusto con l’obiettivo di proporre un componente adatto ad essere utilizzato anche in ambito eBike: chissà se sarà questo il sistema più utilizzato per il primo equipaggiamento delle prossime mtb a pedalata assistita entry level.

Andiamo però ad analizzare le caratteristiche di questo pacco pignoni.

Il pacco pignoni NX Eagle PG-1230, è il primo della serie Eagle a richiedere l’utilizzo di un corpetto Shimano, si avete letto bene, questo pacco può essere montato anche su corpetti da 8/9/10 Velocità standard!

Questa è una caratteristica che sicuramente farà piacere a tutti quelli che fino ad oggi hanno usato sistemi a 2X di serie (i più comuni infatti sono Shimano) oppure per esempio hanno adottato sistemi 1X 11V con pacchi pignoni XT e Sunrace.

Il pacco pignoni PG-1230, proprio per via dell’utilizzo di un corpetto 8/9/10, non ha la classica rapportatura 10/50 degli altri sistemi Eagle ma una 11/50 che, seppur limitando un po’ la velocità di punta, soprattutto in ambito e-bike dovrebbe garantire una maggiore affidabilità e una minore usura della catena.

Il pacco pignoni e il deragliatore posteriore SRAM NX Eagle

Il pacco pignoni e il deragliatore posteriore SRAM NX Eagle.

Catena NX Eagle

Parlando di catena, il sistema NX Eagle per completare l’ecosistema ne utilizza una dedicata che condivide con gli altri sistemi Eagle il PowerLock con tecnologia FLOW LINK che, grazie a piastre interne prive di bordi squadrati, aumenta la durata della vita della catena e garantisce una maggiore silenziosità di funzionamento.

Il confronto tra i gruppi SRAM di ultima generazione

Andiamo ora nel dettaglio dei pesi e prezzi dei singoli componenti confrontandoli con gli altri modelli della serie Eagle.

Componente peso/prezzo
X01 Eagle
peso/prezzo
GX Eagle
peso/prezzo
NX Eagle
peso/prezzo
NX 1×11
Guarnitura 495g/458€ 628g/145€ 705g/116€ 780g/120€
Comando cambio 126g/145€ 122g/35€ 112g/42€ 142g/28€
Deragliatore posteriore 276g/240€ 290g/110€ 339g/119€ 322g/76€
Cassetta pignoni 360g/392€ 450g/200€ 615g/110€ 538g/89€
Catena 250g/66€ 270g/29€ 278g/29€ 273g/14€
Totale 1,507g/1.301€ 1,760g/519€ 2,049g/416€ 2,055g/327€

Nonostante il peso del sistema NX Eagle sia superiore al kit X01 Eagle e GX Eagle, rimane comunque inferiore (di un pelo) al sistema NX 1×11 da cui differisce come prezzo di poche decine di euro (prezzi di listino).

Il sistema NX Eagle è quindi una valida soluzione per chi vuole finalmente passare a un sistema monocorona o al 12V, anche se si ha una ebike, il tutto con un prezzo di listino molto allettante e con pochi compromessi.

Il sistema NX Eagle sarà disponibile per la vendita a partire da settembre 2018, ma su molti siti e-commerce è già possibile preordinarlo.

Per maggiori informazioni vai sul sito ufficiale SRAM.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Il primo network dedicato interamente alla bicicletta e a tutte le sue forme: dalla mountainbike alla strada, dalla e-bike alla fixed, dalla bici da bambino alla bici da pro.