Luce: Magicshine // Eagle 300 | La nostra valutazione
Potenza9
Durata7
Posizione (visibilità)10
Resistenza agenti atmosferici9
Features (ricarica usb, pacco batterie, modalità luce)9
prezzo
  • 66 €
8.8Il nostro voto

Una compatta luce da 300 lumen per l’uso urbano che può sconfinare anche in ambito mountainbike come seconda luce

Caratteristiche

Questa MagicShine Eagle 300 è una luce ad un led centrale, con un robusto corpo in alluminio, concepita per l’uso urbano data la sua alta visibilità laterale garantita dai due led laterali arancioni. E’ dotata di un indice di impermeabilità IPX5, che significa resistente ai getti d’acqua. E’ molto comoda e compatta, facilmente asportabile dal suo supporto per riporla in tasca, in borsa o nello zaino. Ha la particolarità di poter ruotare di 360° ed essere ricaricata attraverso un comodo cavetto USB. Tre modalità di luce, la batteria è da 2200mAh e garantisce un’autonomia (testata) di due ore e quindici minuti alla massima potenza. Ha un pratico indicatore superiore a quattro led verdi che indicano lo stato di carica ed è un prodotto estremamente robusto ed affidabile. Un pulsante arancione gommoso superiore, di facile utilizzo anche con guanti spessi, determina accensione e le tre potenze di luce.

DSC_8502

Il test

Ho testato la MagicShine Eagle 300 per diversi mesi, la sera in città e nelle uscite notturne in mountainbike con gli amici (come seconda luce, la principale la uso sul casco). Posso affermare che la sua particolarità, cioè avere due led laterali per aumentare la side visibility, è comunque utile anche in un uso off-road quando si percorrono tratti urbani o si parte dalla città per avventurarsi nei boschi. La sicurezza innanzitutto, sulla mia bici “da città” (una mtb da dirt adattata all’uso urbano) ho anche i catarifrangenti sulle ruote, luce posteriore e campanello, come consiglio a tutti quelli che vedo pedalare in città, soprattutto in questo periodo dell’anno di poche ore di luce al giorno. A volte non ci rendiamo conto ma risultiamo praticamente invisibili agli automobilisti, specie in caso di pioggia o nebbia, per cui anche il gilet catarifrangente non guasterebbe per chi percorre lunghi tragitti su strade asfaltate.

La modalità di luce più potente in un'uscita di fine estate tra ciclabile sul lago, boschi e città.

La modalità di luce più potente in un’uscita di fine estate tra ciclabile sul lago, boschi e città.

Ho voluto usare la luce, vista la sua stabilità e robustezza, anche in giri enduro notturni. Chiaramente i 300 lumen dichiarati sono sufficienti per un uso trail “tranquillo”, nel senso che se vogliamo divertirci in discesa e magari fare qualche salto servono molti più lumen (almeno 600/1000, per cui si può optare per la Eagle 600 o le sorelle maggiori), coadiuvati da una luce sul casco.Tornando invece a quello per cui è stata progettata, l’uso urban, la trovo davvero valida: se la strada è mediamente illuminata basta usarla nella prima modalità di potenza, cosa che fa raddoppiare la durata della batteria. Nei tratti meno illuminati la massima potenza garantisce un’ottima visibilità e dà un bel senso di sicurezza, nulla passa inosservato, nemmeno la più piccola buca del terreno. Una volta arrivati a destinazione e parcheggiata la bici (assicurandola con una robusta catena, visti i tempi che corrono!), basta la pressione del pulsante arancione per staccarla dal supporto al manubrio ed il gioco è fatto. Niente cavi o fili, né pacchi batteria o altro. Fissare il supporto la prima volta invece richiede solo un minimo di manualità, basta trovare quale delle tre misure della fascetta in plastica/gomma è più congeniale al vostro manubrio ed usare la piccola chiave a brugola da 3mm in dotazione nella confezione.

I led laterali ricordano la forma dell'occhio dell'aquila, da qui il nome

I led laterali ricordano la forma dell’occhio dell’aquila, da qui il nome

Per quanto riguarda l’impermeabilità, ho testato la Eagle 300 in un paio di uscite sotto la pioggia e non ho avuto nessun problema, ed in una proprio un bel temporale ha sancito la fine della pedalata, quindi non le classiche “quattro gocce”. La luce mi è scivolata dalle mani una volta e dopo un bel volo sull’asfalto, rotolando, ha riportato solo un graffio e nulla più, davvero robusta. La stabilità dell’insieme luce+supporto è anch’essa perfetta, unica funzione a mio parere poco utile è la rotazione a 360° che non ho mai usato, sarebbe bastata la possibilità di ruotarla sul piano orizzontale di pochi gradi per “centrare” meglio il campo visivo.

La durata di due ore circa alla massima potenza può sembrare poco, ma dosando le modalità nel giusto modo si può raddoppiare il tempo di utilizzo. La ricarica dura circa quattro ore. La comodità sta nel fatto di essere plug&play, nessun cavo da connettere a nessun pacco batteria, ed è davvero un grande vantaggio.

Conclusioni

MagicShine produce luci, led e torce anche per attività subacquee, da qui l’ottima impermeabilità della Eagle 300Il catalogo di prodotti è molto vasto e alla portata di tutte le tasche. Il prezzo della Eagle 300 è nella media per un prodotto di questa qualità. Purtroppo con l’avvento di luci a led di qualità inferiore che il web offre, non tutte impermeabili, la scelta potrebbe ricadere su altri prodotti, ma attenzione:

se cercate una buona potenza in ambito urban, l’affidabilità e la robustezza, avete trovato ciò che fa per voi.

La chicca

Batteria integrata, potenza e comodità di utilizzo

La pecca

Le dimensioni possono renderla facile agli urti e l’aggancio al manubrio in plastica può cedere

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!