Stile e design all’italiana. Un brand ormai affermato nel campo dei freni che si lancia, con tutte le carte in regola, in quello delle sospensioni e lo fa con una forcella per l’enduro leggera e affidabile. Stiamo parlando della Formula ThirtyFive 29 da 160 mm di escursione.

Come è fatta la forcella Formula

Fin dall’inizio, l’obiettivo di Formula è stato di mantenere rigidità e leggerezza allo stesso tempo. Infatti, 1.860 grammi sono un peso record per forcelle di questo calibro.

collage di tre foto della forcella formula 35 2016

Gli steli da 35 mm in alluminio anodizzato, i foderi in magnesio e il sistema di bloccaggio integrato ILS con asse di 15 mm donano alla forcella un look pulito.

Per quanto riguarda l’idraulica, il marchio italiano si è impegnato a sviluppare qualcosa che potesse essere velocemente intercambiabile (sempre nelle esperte mani di meccanici autorizzati) ma che allo stesso tempo fosse altamente regolabile.

foto dello stelo sinistro della formula 35

Nello stelo sinistro troviamo al suo interno una molla d’acciaio che regola i primi centimetri di escursione (quindi la sensibilità) per poi passare il lavoro pesante alla camera d’aria, di cui noi possiamo variare volume e pressione.

La caratteristica principale della Formula ThirtyFive 29 è sicuramente l’utilizzo del pistone flottante.

Sappiamo tutti che durante il riding quotidiano le sospensioni sono soggette a forze laterali, quindi flessioni, che mettono in crisi tutti i componenti non facendoli lavorare in asse come dovrebbero, creando così ulteriori resistenze. Attraverso lo studio in laboratorio, i tecnici sono stati in grado di misurare e ridurre le forze che vincolavano la scorrevolezza.

Il sistema flottante, con l’apposito disegno della testa del pistone, riesce cosi a svincolarlo dai carichi laterali lasciandolo libero di muoversi all’interno dello stelo, anche in condizioni di forte stress, eliminando così ulteriori attriti.

I fattori che si possono variare nella ThirtyFive sono numerosi:

- la progressione si può modificare tramite la cartuccia dell’aria con piccoli cambiamenti nei livelli dell’olio all’interno di essa.

- per quanto riguarda la compressione, al momento dell’acquisto, Formula ci fornisce un kit valvola standard Soft e separatamente è possibile avere gli altri due, Medium e Hard.

- la parte dell’idraulica quindi (pomello blu dello stelo destro) può essere settata in tre ampi range in base all’utilizzo e alla guida del rider.

foto della forcella formula 35

Il blocco forcella può essere azionato dalla levetta oro (o su richiesta c’è la possibilità di installare il cavo) e tirando con forza la regolazione del ritorno (collocata nella parte inferiore dello stelo) con la brugola all’estremità di essa, si può variare la soglia del bloccaggio (regolazione nera).

Infine anche l’escursione può essere variata a seconda del telaio utilizzato, da 150 mm a 160 mm, operazione possibile solo sui banchi di lavoro.

Ognuno di questi dettagli ha contribuito a creare un prodotto di alta gamma, con un’ottima scorrevolezza e resistenza mantenendo però un peso ridotto.

Test sul campo

Formula ci ha messo a disposizione questa forcella per un lungo periodo, durato più di sei mesi.
Il prodotto è stato testato in modalità standard e più tardi nella modalità che si addiceva di più al tester.

Nel primo periodo abbiamo caricato la camera d’aria secondo la tabella indicata dall’azienda, senza aggiunta di olio e mantenendo il kit soft per quanto riguarda la compressione.

La ThirtyFive (setup soft) affonda in modo lineare, si rimane sorpresi dalla scorrevolezza e dalla capacità di copiare le asperità. Una forcella ottima per i neofiti o amanti del soft, ma spingendo in curva o cercando la stabilità nei tratti veloci si fa fatica a trovare un affondamento che sostenga e dia sicurezza durante i forti impatti.

Nelle uscite successive ci siamo preoccupati di settare il livello dell’olio nella camera d’aria variando la pressione in base al liquido aggiunto. Seguendo le linee guida fornite dell’azienda, siamo passati da una curva di affondamento lineare a progressiva. È bastato aggiungere 20 cc di olio e abbassare la pressione di un 10% rispetto alla precedente e la forcella è cambiata.

Pur mantenendo un’ottima scorrevolezza nella parte iniziale la trasformazione avviene da metà in poi; infatti con l’aumentare dell’affondamento si avverte anche l’aumento dell’irrigidimento.

Ottima impostazione per i rider più “smanettoni” amanti della forcella sostenuta e di una bici più reattiva nei cambi di traiettoria e nelle uscite di curva.

foto della regolazione della forcella formula 35

Con l’arrivo del kit hard, trovata la giusta curva di progressione, ci siamo concentrati sulla compressione e ritorno.

Già con la regolazione in compressione aperta si nota la differenza e ci rendiamo conto che la forcella inizia ad avere un comportamento molto più “race”.

Con quest’ultima modifica la Formula rimane più aggressiva e si può lavorare su un range di regolazioni più alto e adatto alle alte velocità e ai forti impatti senza andare a variare la pressione.

foto delle regolazioni della formula 35

Per i pedalatori, per quanto riguarda la salita, la levetta del Lockout si fa apprezzare per la semplicità e facilità con cui può essere azionata. Molto utile la regolazione della soglia del blocco (può variare dai 20 ai 100 kg), si può decidere di avere una chiusura completa o un blocco parziale attraverso l’uso della brugola inserita nel pomello del ritorno. Logico che per questo set-up dobbiamo perdere due minuti, ma una volta deciso l’uso, il gioco è fatto.

Formula indica la destinazione d’uso come “all mountain-enduro“. Nel test ci siamo spinti verso un utilizzo più gravoso (per esempio su piste da downhill) e posso dire che la 35 si comporta bene anche in quest’ultimo.

Dal punto di vista dell’affidabilità non abbiamo avuto nessun problema durante il test. Dal primo all’ultimo giorno il comportamento non è cambiato e non ha avuto bisogno di nessun tipo di manutenzione straordinaria.

Volendo essere puntigliosi, le regolazioni sono un po’ scomode: ottima quella del lockout ma non possiamo dire ugualmente di quella della compressione e della soglia del bloccaggio (serve la brugola collocata nel pomello del ritorno per azionarle).

foto del test della forcella formula

Conclusioni sulla Formula ThityFive 29

Un prodotto di alta gamma, con il suo punto forte nella scorrevolezza, a un prezzo giusto.

Altamente customizzabile, un rider normale potrebbe però aver bisogno di un rivenditore specializzato che lo aiuti a capire in quale direzione muoversi con le regolazioni per ottenere il meglio, in base alle proprie capacità di guida, da questa notevole forcella.

La chicca

Scorrevolezza; forcella customizzabile in poco tempo

La pecca

Le regolazioni sono un po’ scomode da azionare

 

Test della nuova forcella Formula ThirtyFive 29"
scorrevolezza9
sensibilità tarature8
costruzione8.5
affidabilità8.5
manutenzione8.5
peso9
prezzo
  • 989 euro
8.6Il nostro voto
Voti lettori: (6 Voti)
8.8

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Arriva dal mondo del motocross, ha partecipato a gare di livello nazionale fino a quando non ha incontrato Luca e Matteo che lo hanno coinvolto nei loro shooting e trip in mountainbike. Da quel momento si è innamorato del gravity. Oltre a collaborare con BiciLive, è un rider sponsorizzato ed effettua test prodotti per alcuni brand.