La casa tedesca Bergamont, con sede nel quartiere St Pauli di Amburgo, è ora distribuita da Scott Italia.

Bergamont offre una gamma completa che spazia dalle city bike alle mtb enduro, le bici da bambino e una linea completa di ebike con ben 38 modelli a pedalata assistita tra mtb front full e trekking.

Al Bike Shop Test abbiamo scelto la full da 29″ Contrail con 120 mm di escursione su entrambe le ruote per un “piccolo assaggio”, un breve giro sulle colline dell’Admiral Hotel che ospitava la manifestazione.

La Contrail è presente a catalogo con quattro modelli, la 6.0, 7.0, 8.0 in test e la top di gamma 10.0.

Vi ricordiamo che è possibile testare tutte le nuove ebike, mtb e bici da strada alla tappa di Roma del Bike Shop Test il 5 e 6 novembre.

foto della mtb Bergamont Contrail 8.0

La Bergamont Contrail 8.0 29″: 12,66 kg senza pedali.

Bergamont Contrail 8.0, caratteristiche tecniche

La Contrail 8.0 presenta un triangolo anteriore in carbonio e un carro in alluminio. L’escursione di 120 mm su entrambe le ruote è gestita da una forcella Rock Shox Reba RL 29” con 44 mm di offset e da un Rock Shox Monarch RT high volume da 190×51 mm.

La trasmissione è Sram GX 1×11 con corona da 30T e cassetta 10/42, i freni sono i Magura MT4 e la componentistica è Answer/SDG con un inedito reggisella Manitou Jack da 125 mm di escursione.

Le gomme sono le nuova Maxxis Forekaster TR da 29×2,20″, per un totale di 12,66 kg senza pedali e 3.199 euro.

Lo schema ammortizzante è lo stesso della “sorella” da xc marathon Fastlane, un quadrilatero con un giunto sul fodero superiore appena sopra al perno ruota, che a detta di Bergamont è studiato per ottenere un buon anti squat (non si comprime in pedalata) e garantisce un’ottima spinta sui pedali anche nei rilanci.

Il mini test della Bergamont Contrail

Ho provato la Contrail sui veloci single track presenti nelle vicinanze degli stand e su un paio di salite e discese ripide con qualche tratto tecnico. Data la premessa, il giudizio che posso esprimere è proprio quello sintetico di una “preview”, con la speranza di poter approfondire in futuro la conoscenza con i prodotti Bergamont, visto anche il notevole rapporto qualità prezzo e l’interesse che sempre più biker nutrono per la qualità dei prodotti tedeschi.

In sella la Contrail 8.0 richiede una posizione piuttosto avanzata, dato l’attacco manubrio da ben 90 mm in taglia M, un’esagerazione a mio avviso, per di più su una bici dotata di reggisella telescopico e quindi votata ad una guida divertente anche su pendenze negative. Se ciò favorisce il biker in salita, in discesa ci si trova troppo sbilanciati in avanti e viene meno la confidenza ad affrontare i ripidi.

foto della mtb  Bergamont Contrail 8.0

La bella zona sterzo della Contrail 8.0, con il passaggio cavi interno e l’attacco manubrio molto “xc race” da 90 mm.

L’angolo sterzo inoltre è di 69°, abbastanza chiuso per una mtb moderna di questo tipo, mentre l’angolo sella è di 74°, misura standard su un mezzo da xc/trail. Con un attacco manubrio da 60/70 mm sarebbe un ottimo compromesso.

La rapportatura del gruppo GX è perfetta se si ha una buona gamba, per chi è meno allenato un pignone da 44/46 al posteriore potrebbe essere la soluzione.

I freni Magura MT4 mi hanno ben impressionato per potenza e modulabilità, anche se la leva così lunga non è tra le mie favorite. Per la durata e la resistenza aspetteremo l’occasione buona per metterli alla prova.

Il punto forte della Bergamont Contrail è proprio la reattività in pedalata, con il carro che, con ammo a 150 Psi, un 25% di Sag e compressioni aperte, resta fermo e fornisce un supporto eccezionale anche alzandosi sui pedali.

Il lavoro del carro sembrerebbe quasi regressivo come comportamento, con una prima fase di corsa molto sostenuta e poi una seconda abbastanza morbida, ma lascio tutte le considerazioni del caso ad un test più approfondito.

foto del telaio della Bergamont Contrail 8.0

Il carro in alluminio della Bergamont Contrail 8.0: le linee sono pulite e le tubazioni danno un’aria di solidità.

Conclusioni

Nel complesso la Bergamont Contrail 8.0 è risultata una mtb completa, ben costruita e assemblata e che mi ha soddisfatto.

Il reggisella telescopico Monitou è una piacevole scoperta, con un comando molto intuitivo e zero gioco laterale. Altra sorpresa positiva sono le Maxxis Forecaster, dal grip ben definito, sempre costante e comunque molto scorrevoli.

Che cosa ci è piaciuto

  • Ottime le finiture con i passacavi interni e la protezione del fodero catena.
  • La reattività in pedalata.

Che non ci ha convinto

  • L’attacco manubrio troppo lungo.
  • Le manopole con un unico collarino esterno molto ingombrante.

Per i biker che pratichino anche bici da strada ecco il catalogo e listino prezzi bici da strada Bergamont.

Per maggiori informazioni invece sulle mtb e tutte i prodotti Bergamont: www.bergamont.com

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!