Gli occhiali a lente unica formato “XL” sono tornati alla ribalta. Alcune aziende ripropongono prodotti con look “anni 80″ che possono piacere o meno, Scott invece sceglie la via di mezzo e presenta gli Spur, con lente ampia e protettiva, che si avvicinano alle dimensioni di una mascherina ma non risultano troppo grossi se indossati come semplici occhiali da sole.

Il brand elvetico-americano Scott ha fatto la storia per quanto riguarda occhiali da motocross, sport invernali e ciclismo. Le tecnologie sviluppate negli anni hanno permesso di creare un prodotto valido e innovativo come gli occhiali Scott Spur con lente XL, vediamo come sono andati nel test.

foto degli occhiali scott spur visti frontalmente


Il colore neon red/matte black e le forme leggermente squadrate degli Scott Spur creano un look accattivante e moderno.

Occhiali mtb Scott Spur, caratteristiche

Gli Scott Spur in test sono il modello “neon red matt/black / red chrome amplifier + clear” e presentano un design aggressivo, piuttosto “futuristico”, ma naturalmente non è l’unica nota positiva di questo prodotto. Il prezzo al pubblico ad esempio è di 99 euro, più basso di molti prodotti di altre aziende, e sono disponibili in ben 8 colori e montature diverse.

Per quanto riguarda la montatura, chiamata Fusion, è in materiale plastico, robusto ma flessibile, ed è predisposta per un cambio di lenti rapido, denominato ELC, tramite due piccole clip che si aprono e chiudono ai lati della lente.

Le lenti in dotazione con questo modello sono due, una trasparente e una specchiata di tonalità arancione/rossa con protezione 100% UVA/UVB. Sono entrambe dotate di 4 prese d’aria lungo la parte superiore con funzione anti appannamento.

Il nasello è ampio, comodo e costruito in materiale morbido e antiscivolo sulla parte a contatto col naso; è rigido invece nella parte anteriore che si inserisce nella lente. Nel cambio lenti, il nasello si stacca velocemente e si applica sull’altra lente, mentre durante l’uso mentre si maneggiano resta sempre ben fissato.

foto delle astine e del nasello degli occhiali scott spur

Il particolare della gomma all’interno delle astine. Il nasello staccato dalla lente degli Scott Spur, notare la lavorazione a lamelle per aumentare il grip in presenza di sudore o forti sollecitazioni.

Le astine a basso profilo sono disegnate per non creare fastidi con qualsiasi tipo di caschetto aperto (tipo lo Scott Vivo Plus) e hanno un rivestimento in gomma nella parte terminale interna, per aumentare aderenza e comfort sulle tempie. Con i caschi integrali dipende dallo spessore delle imbottiture vicine alle orecchie ma in generale danno meno problemi degli occhiali con aste più lunghe.

Nella confezione, oltre alla lente clear è presente un astuccio rigido con zip e una bustina porta occhiali (con taschina per le altre lenti) in microfibra, utile per portare gli Spur nello zaino se vogliamo cambiare la lente a seconda del tipo di trail o se l’escursione prevede un finale “in notturna” o in gallerie, spesso presenti nelle nostre zone alpine, come la linea Cadorna in Valceresio (VA).

foto delle astine e del sistema di sgancio lente degli occhiali scott spur

La lente si sgancia spingendo indietro le due piccole sicure di colore nero. La forma particolare delle astine.

Gli Scott Spur in prova

Tolti dalla confezione subito si apprezza la leggerezza, 32 grammi, la custodia rigida, la seconda lente e la qualità e robustezza che questo prodotto Scott trasmette. Maneggiandolo per provare la sostituzione della lente trovo che il sistema ELC è intuitivo e veloce, in pochi secondi si cambia lente.

Appena indossati, gli Spur si fanno notare per la stabilità e comodità della calzata. La lente XL copre tutta visuale e sia con quella “da sole” sia con la trasparente la protezione fornita agli occhi è ampia e senza interferenze, se non per una piccola parte della montatura superiore che però durante la guida non si nota. Nessuno “spiffero d’aria” anche a velocità elevate e una stabilità eccezionale in qualsiasi tipologia di trail.

Il test degli occhiali mtb Scott Spur è stato estremamente vario, passando da semplici pedalate sulle ciclabili a giornate intere in sella, da giri enduro a lunghe escursioni all-mountain con tanto di portage e sottoponendo gli occhiali a qualsiasi condizione atmosferica.

Li ho usati con diversi caschetti aperti e le astine non interferiscono con nessuno di essi. Il fatto che queste siano molto spesse nella parte dove si inseriscono sulla montatura è apprezzabile, dona robustezza nella parte solitamente più fragile di un occhiale e inoltre ciò fornisce una piccola protezione in più senza limitare la visuale.

Nelle prime uscite, dopo alcune ore, ho avvertito un leggero dolore alle tempie sopra le orecchie per il fatto che le astine siano molto aderenti: per chi come me ha un viso abbastanza largo il problema si risolve con un po’ di acqua calda (o l’aria calda di un asciugacapelli) e una veloce “customizzazione” della piegatura delle astine, cosa che su tutti gli occhiali da vista è normale fare.

La lente specchiata Scott Precision Optics “red chrome amplifier” mi ha soddisfatto ampiamente per le caratteristiche di aumento del contrasto in qualsiasi condizione, dal sole al tempo nuvoloso, dalla luce forte alla penombra del sottobosco.

È stata infatti creata per migliorare la visione negli ambienti dove prevalgono il marrone e il verde, grazie all’uso di tonalità della lente che spaziano dal rosa al giallo e all’arancione. Attenzione, dopo l’uso, quando la si toglie sembra che abbiano spento la luce… scherzi a parte, la lente rossa è comunque “all round”, mi sono trovato bene in quasi tutti i contesti; unica eccezione i boschi molto fitti dove consiglio la clear.

La resistenza ai graffi è ottima nella parte esterna della lente dove più spesso si depositano le gocce di fango e si verificano gli impatti con rami e detriti; necessita invece di una maggiore attenzione la pulizia della faccia interna della lente, questa si riga facilmente.

foto degli occhiali scott spur visti frontalmente con lenti clear

Le lenti trasparenti degli occhiali mtb Scott Spur.

La lente trasparente è stata la mia compagna di notturne per cinque mesi, da aprile ad agosto, e chiunque abbia mai provato la magia di pedalare nella notte sa che l’umidità e la condensa fanno parte del gioco.

Le proprietà anti appannanti sono tra le migliori provate, e se la lente inizia leggermente ad appannarsi in un caso estremo (tipo una riparazione “al volo” o simili), basta ripartire a pedalare e le prese d’aria fanno il loro dovere, la visione torna pulita dopo pochi secondi.

Stesso discorso per la lente rossa, azzarderei che si comporti ancora meglio della clear. Vero è che le condizioni del riding notturno sono come detto ben diverse da quelle diurne, quindi ad entrambe assegno un “pollice in su” a pari merito. Nelle giornate più afose comunque, la lente rossa, con bici in spalla e sotto al sole, si è comportata egregiamente.

Durante le giornate di pioggia in cui ho testato gli Spur ho notato che le gocce d’acqua scivolano via dalla lente in condizioni di pioggia leggera fino a pioggia abbastanza consistente, quindi un altro aspetto che aumenta il punteggio finale di questi occhiali Scott.

Ho portato il test “al limite” anche usandoli durante un temporale e ovviamente le lenti si sono presto riempite di gocce tanto da doverli scuotere ogni tanto per riuscire a vedere la strada, ma in quella condizione non sarebbero bastati neanche dei tergicristalli ;-)

Conclusioni

Gli occhiali mtb Scott Spur sono un valido prodotto che unisce un design riuscito a caratteristiche degne di nota, assieme a una qualità notevole delle lenti. Il prezzo a cui sono proposti, 99 euro, è davvero ottimo per le prestazioni che offrono.

Consigliati per tutti i biker o i ciclisti su strada che cerchino un occhiale versatile, dall’ampia protezione agli occhi, robusto e con un look moderno.

Cosa ci è piaciuto:

Il look, la qualità delle lenti e la protezione totale degli occhi.

Cosa non ci ha convinto:

Le astine possono creare fastidio nella parte terminale a seconda delle dimensioni della testa del biker, problema comunque risolvibile in pochi minuti adattandole con aria o acqua calda.

Test occhiali mtb Scott Spur, una lente XL per una visuale perfetta
Qualità lente9
Qualità montatura8.5
Vestibilità8.5
Comfort8.5
Aerazione9
Qualità/prezzo9
Prezzo
  • 99 euro
8.8Il nostro voto
Voti lettori: (2 Voti)
9.5

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!