Siamo stati alla presentazione della nuova gamma di pneumatici Michelin dedicati al Cross Country Race, Cross Country e All Mountain/Trail.

Qui abbiamo potuto provare quasi tutti i modelli, in sella a diverse mountain bike e su tipi di percorsi differenti, per due giornate consecutive.

I test si sono svolti sui trail della riviera francese nei pressi di Mandelieu La-Napoule, vicino a Nizza, in un territorio molto simile alla costa ligure, dal fondo duro, a tratti molto roccioso e, visto il clima secco, scarso di grip.

Le condizioni ideali quindi per mettere alla prova i pneumatici 2017 Michelin.

Foto di claudio riotti mentre testa una mtb equipaggiata con pneumatici michelin 2017

Il primo test dei pneumatici MTB Michelin è stato quello delle Force AM.

La nuova linea di pneumatici MTB Michelin 2017

La nuova linea si suddivide in JET XCR e FORCE XC per l’XC e FORCE AM e WILD AM per l’All Mountain/Trail ed Enduro. In questa scheda sono riassunti usi e terreni mentre tutti i dettagli li trovate nel nostro articolo di presentazione della gamma pneumatici MTB 2017.

Dopo essersi focalizzata sull’enduro nel 2015 e nel 2016 (qui la gamma enduro dello scorso anno), Michelin torna alle sue radici verso il cross country e il trail riding.

scheda delle tipologie di terreni per i quattro nuovi modelli di pneumatici MTB Michelin

Le tipologie di terreni e l’uso anteriore (front) e posteriore (rear) per i quattro nuovi modelli di pneumatici MTB Michelin.

Dalle due giornate di prove è emerso che il grande lavoro di sviluppo durato tre anni, in collaborazione con i migliori rider internazionali di diverse discipline ha portato i suoi frutti (dagli atleti top nella Coppa del mondo xc all’enduro e al freeride, con Cameron Zink e Pierre-Edouard Ferry, entrambi habitué della Red Bull Rampage).

Carcasse e mescole pneumatici Michelin MTB 2017

A livello di carcasse e di mescole è avvertibile un incremento globale delle prestazioni: grip, scorrevolezza, pesi leggerissimi e possibilità di utilizzo a basse pressioni senza il rischio di pizzicature.

Compatibilità tubeless per tutta la linea e tre differenti carcasse, dalla più leggera alla più robusta: Race Shield, Cross Shield e Trail Shield.

Due tecnologie di compound per le gomme, che evolvono dalla collaudata Gum X: Gum X2D a doppia mescola e Gum X3D a tripla mescola.

La Gum X3D è quella provata su tutti i pneumatici di questo test e la spiegheremo nel dettaglio a breve.

La scheda di pesi, misure,  tipologie e mescole della gamma pneumatici MTB Michelin 2017.

La scheda di pesi, misure, tipologie e mescole della gamma pneumatici MTB Michelin 2017, da sinistra il JET XCR, il Force XC, il Force AM e il Wild AM.

Si inizia con le prove: organizzazione e trail perfetti

La prima mattina l’organizzazione molto precisa di Michelin ha fatto trovare ogni coppia di pedali personali già montata sulle mountain bike disponibili per le prove, costituita da una selezione di diversi modelli scelti tra i marchi Lapierre, Commencal e BH.

La nostra “guida” sui trail è niente meno che Karim Amour, una delle leggende francesi della mtb, vincitore di svariati titoli nazionali e mondiali nel dh e nel four cross, ora endurista nell’EWS e “uomo Michelin”.

Dopo un rapido settaggio della bike e un ottimo riscaldamento “di gruppo” (con stretching ed esercizi forniti da Karim in persona) partiamo con le prime discese, su un trail che sarà il nostro rifermento per entrambe le giornate di test, così da poter confrontare i diversi modelli di pneumatici sullo stesso terreno.

Come accennato, le condizioni secche e polverose del primo sentiero, un misto di tratti lavorati con salti e drop e curve con e senza appoggio intervallato da brevi sezioni rocciose, hanno rappresentato un ottimo banco prova per ogni tipologia di gomma, anche se è mancato il riscontro sul fango.

Test Michelin Force AM 2.35″

Sono alto 170 cm e peso in assetto di riding durante i test (scarpe spd, casco, marsupio) circa 71 kg.Ho utilizzato MTB taglia M.

Il mio test inizia con un paio di Force AM 27.5×2.35″ montate su entrambe le ruote Race Face Affect con canale da 27.3 mm esterno e 23 interno.

La bici è una Lapierre Zesty XM 427, una trail bike con 130 mm di escursione anteriore e 120 posteriore. I Force AM sono pneumatici ideati per il Trail e l’All Mountain e per chiunque cerchi una copertura scorrevole e leggera ma al contempo robusta e affidabile.

Il disegno dei tasselli è simile alla versione Force XC ma i tasselli sono più pronunciati, quelli laterali sono sfalsati per migliorare l’aderenza e la carcassa è più robusta.

foto del pneumatico MTB Michelin Force AM montato sia all'anteriore che al posteriore

Il pneumatico MTB Michelin Force AM montato sia all’anteriore che al posteriore: veloce e scorrevole.

Il casing dell Force AM è infatti il Trail Shield, composto da tre strati di tela a 60 fili per pollice (TPI) e un ulteriore foglio di materiale ad alta densità per scongiurare forature e tagli alla carcassa.

La mescola è la Gum X3D, quindi uno strato inferiore di gomma più dura e i tasselli suddivisi in due mescole, al centro più dura per la scorrevolezza e la stabilità in frenata e sui tasselli laterali più morbida per garantire grip in curva e sulle contropendenze.

Prime impressioni

Ogni pneumatico della gamma è Tubeless Ready e per ogni test è stato montato tubeless con aggiunta di liquido sigillante.

Ho provato il Force AM 2.35″ dal peso di 720 grammi partendo da una pressione di 1.6 bar anteriore e 1.8 posteriore. Sono passato a 1.5 e 1.7 e ho trovato il miglior setting con 1.35 anteriore e 1.7 bar dietro.

Per fare un paragone, queste ultime sono le stesse pressioni che generalmente uso sulla mia MTB da enduro ma con coperture (montate ugualmente tubeless) più spesse e pesanti.

Se giro invece su trail molto rocciosi aumento di poco, 1.6 davanti e 1.8 bar dietro, per evitare problemi di pizzicature del copertone sul cerchio e conseguenti tagli.

Usato su entrambe le gomme, il Force AM è un pneumatico adatto a percorsi moderatamente tecnici e indicato per terreni duri e asciutti, anche se sulle sezioni rocciose e anche a basse pressioni non ha dato il minimo problema di forature o tagli.

foto di claudio riotti su una mtb durante il test di pneumatici michelin all mountain cross country

Durante i test spesso ho provato linee alternative per trovare i limiti dei nuovi pneumatici MTB Michelin.

La scorrevolezza è il suo forte, testato sulle risalite a pedali (circa 300 metri di dislivello) che abbiamo effettuato sull’asfalto e anche nello sterrato che portava ai trail.

Il Force AM è un’ottima gomma posteriore se si desidera un feeling veloce, una buona tenuta in curva e a conti fatti, valutando quanto siano bassi i tassello centrali, anche la giusta aderenza in frenata.

Mi ha colpito molto il fatto di quanto fosse prevedibile il momento in cui perde aderenza: è come se il pneumatico ti avvisasse, e questa caratteristica è stata riscontrata anche sugli altri modelli.

Montato all’anteriore, pur girando a una pressione di 1.35 bar e quindi molto bassa, non mi ha dato il 100% della confidenza, visto che sono abituato a tassellature più aggressive. Per questo è stato ideato il Wild AM.

Test Michelin Force AM 2.60

A bordo di una nuovissima ebike Lapierre Overvolt Carbon AM 800 con cerchi da 30 mm di canale interno anteriore e 25 mm al posteriore ho potuto testare su entrambe le ruote il modello Force AM anche nel formato 2.60″, dal peso di 830 grammi l’uno.

Stesse caratteristiche della Force AM 2.35 ma qui il discorso si fa più interessante: al posteriore, con pressioni di 1.7 bar ho trovato più grip in frenata e anche in salita tecnica, per la maggiore impronta a terra del pneumatico.

È all’anteriore che ha stupito: il Force AM 2.60″ è davvero valido, il grip è superiore rispetto al 2.35″ anche perché la gomma è più squadrata grazie al cerchio differenziato da 30 mm montato da Lapierre.

foto degli pneumatici mtb michelin force am 2.60 da trail all mountain

Gli pneumatici MTB Michelin Force AM nel formato da 2.60″: una vera sorpresa in fatto a grip e scorrevolezza.

“Scappa ma non scappa”

In curva sembra che perda aderenza se utilizzato a basse pressioni (sono arrivato a 1.4 bar) ma è solo una sensazione momentanea, c’è un piccolo gap tra quando la spalla del pneumatico si flette “scappando via” e quando riacquista grip.

Bisogna prenderci l’abitudine e verso la fine del secondo giorno avevo ormai interiorizzato questa particolarità, schiacciando e pompando bene la bike in ogni curva come facevano i pro francesi, tra cui lo stilosissimo Pierre-Edouard Ferry, 9° alla Red Bull Rampage dello scorso anno.

La scorrevolezza delle Force AM 2.60″ rimane al top, fattore da non sottovalutare anche per risparmiare la batteria della ebike. Nessun problema di tagli o stallonature, anche sull’altro trail provato, più lungo e più tecnico del primo, con numerose sezioni di rocce e pietraie.

Force AM e Wild AM prossimamente da 2.8″ e 3″

Vincent Ledeiu, product manager della linea MTB Michelin, mi ha assicurato che la linea di pneumatici non si fermerà alla larghezza di 2.60″: nel 2018 arriverà un’intera gamma di pneumatici per ruote plus, con misure da 2.8″ e 3″ sia per il Force AM che per il Wild AM.

foto di claudio riotti durante il test della gomma mtb all mountain wild am

Il pneumatico Michelin Wild AM mi ha dato una guida “senza pensieri” e ho potuto apprezzare i trail e divertirmi: una cosa non da poco!

Test Michelin Wild AM 2.35

Ho effettuato il test del Wild AM (come pneumatico anteriore sempre abbinato alla Force AM al posteriore) su due MTB differenti: la Lapierre All Mountain del primo giorno e la Commencal Meta V4.2 del secondo giorno.

La Commencal è un missile da enduro con 170 mm di escursione anteriore e 160 posteriore. I cerchi sono dei Mavic EN427 con canale da 27 mm.

Su entrambe le bici la Wild AM mi ha dato via via sempre più confidenza, grazie alle numerose discese effettuate con le risalite meccanizzate fornite dall’organizzazione Michelin.

Il trail del secondo giorno comprendeva il primo sentiero già conosciuto e poi scendeva fino alla città sottostante in un crescendo di tratti tecnici e rocciosi, con curve strette molto scassate e sezioni “da pompare” in costa con diversi sali-scendi.

foto della gomma michelin wild am per enduro mtb e all mountain

La mia preferita della nuova gamma MTB Michelin: la Wild AM, perfetta per un uso all mountain-enduro anche spinto.

Prime impressioni (e basse pressioni)

Il Wild AM da 2.35″ è un pneumatico anteriore per eccellenza, per uso all mountain ed enduro.

A bordo della Commencal Meta l’ho portato davvero al limite sulle rocce e sulle pietraie, per tirarne fuori il meglio e il peggio, ma ne è uscito indenne: nessuna stallonatura o taglio neanche qui.

Le pressioni di esercizio sono state 1.33 bar con la Lapierre e 1.26 bar con la Commencal.

Il grip è davvero elevato, ottima la tenuta in frenata sul ripido  e la scorrevolezza nei rilanci e nel pedalato.

Più di tutte mi ha dato la sensazione che ho già spiegato, cioè perdere momentaneamente grip e riprenderlo: il Wild AM è un grande pneumatico che va provato, va capito e, a mio avviso, va guidato sempre con molta decisione.

Test pneumatico MTB Force XC per il cross country

A bordo di una MTB full da Cross Country Marathon dell’azienda spagnola BH, la Lynx Race Carbon, ho potuto testare il formato da 29×2.25″ delle Force XC con mescola Gum X3D.

Stessi pneumatici su entrambe le ruote in carbonio con profilo molto alto (ruote che ci hanno dato non pochi problemi di tenuta per la valvola del tubeless, tanto da dover sostituire la bici con un’altra: unica pecca di tutto l’evento).

I trail erano studiati apposta per fornire tutto in poco spazio: salita scorrevole, salita tecnica, discesa tecnica con curve strette e falsipiani velocissimi molto guidati, inframmezzati da brevi pietraie e rilanci in salita.

foto del pneumatico cross country Michelin Force XC

Il Force XC da 29″ provato sulla BH Lynx da XC Marathon con cerchi in carbonio: scorrevole e leggero, solo 680 grammi.

Prime impressioni pneumatico Force XC 29″

Il peso del Force XC 29″ da 2.25″ è basso, 680 grammi, ma la costruzione è robusta con il Cross Shield, la versione a 3×110 TPI pensata per il Cross-Country, leggera ma duratura grazie al rivestimento ad alta densità.

Sono quindi partito con pressioni molto basse per trovare il limite: 1.42 bar anteriore e 1.57 bar posteriore.

A queste quote, in salita il grip era perfetto ma sui tratti veloci e in un paio di curve in appoggio sentivo la spalla della gomma anteriore perdere presa e flettersi troppo. Dietro invece in troppi punti sentivo il classico “tunk” del cerchio sulle pietre e con le ruote in carbonio la sensazione è davvero spiacevole.

Aumentando di poco le pressioni, 1.55 davanti e 1.70 dietro ho trovato un ottimo compromesso.

Ho apprezzato la scorrevolezza del Force XC da 2.25″, la buona presa in salita e la discreta tenuta anche in curva e in frenata.

C’è da “giocare” anche qui con le pressioni e il test è stato molto breve, quindi le mie considerazioni si riferiscono ad “un assaggio” e ovviamente potrebbero essere riconsiderate dopo un test di lunga durata.

In tutta onestà all’anteriore avrei preferito un pizzico in più di sicurezza con il Force AM 29″, che purtroppo non ho avuto il tempo di provare a causa dei problemi con il cerchio.

foto di claudio riotti sulla bh lynx equipaggiata con i pneumatici Force XC da 29x2.25".

La BH Lynx equipaggiata con i pneumatici Force XC da 29×2.25″.

Conclusioni

La nuova gamma di pneumatici da XC, Trail e All Mountain va a occupare quel segmento che mancava nel catalogo Michelin ed è nata per soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di rider. Si tratta comunque di un assaggio e non di un test vero e proprio, in quanto manca la componente “usura” che incide sempre sulla scelta di una gomma piuttosto che un’altra.

Dal punto di vista di scorrevolezza, resistenza e grip Michelin ha ottenuto risultati notevoli, grazie sicuramente alla collaborazione di rider di alto livello e un product manager, Vincent Ledieu, che assieme ai tecnici e all’enorme know how di Michelin ha saputo tradurre tutti gli input ricevuti nel prodotto finito.

Per quanto riguarda le pressioni, sicuramente ho elencato valori molto bassi per chi sia abituato a girare con i classici 1.8 o 2 bar.

Infatti, i nuovi pneumatici Michelin (soprattutto il Wild e il Force AM, a mio avviso) sono stati progettati per questo, fornire aderenza e prestazioni anche a pressioni molto basse, senza quell’effetto di gomma sgonfia e “spalla che cede” che si avverte su altri pneumatici.

Inoltre, non ho mai avuto problemi di pizzicature o stallonamenti, pur avendo provato i pneumatici montati su ruote normali convertite a tubeless con il nastro e il liquido.

Restate sintonizzati per un test di lunga durata.

Per maggiori informazioni: bike.michelin.com

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!