E la storia si ripete: Fontana e Lechner, re e regina del ciclocross nazionale

A Pezze di Greco, Puglia, Eva Lechner e Marco Aurelio Fontana vestono nuovamente il tricolore nella categoria Elite. Marco Aurelio Fontana (Cannondale Factory Racing), dopo essere rimasto a ruota dei suoi avversari per poi scattare senza nessun rivale che sia riuscito a tenere il suo ritmo, vince con largo distacco dal secondo classificato. Una vittoria facile per lui che dedica, con un “Forza Walter”, al suo amico Walter Belli. Ma il campione non si ferma qui e il 1° febbraio difenderà i colori della Nazionale ai prossimi Campionati del Mondo di Ciclocross a Tabor, in Repubblica Ceca. Stile da vendere il suo, un atleta completo, capace di mettersi in gioco sempre e in diverse specialità della bici fuoristrada. Ottima la prestazione anche del secondo classificato Bryan Falaschi (Selle Italia Guerciotti Elite) e Daniele Braidot (Forestale Cicli Olympia Vittoria) che sale terzo sul podio.
Le donne partono in categorie miste: Elite e U23. Incredibile la prestazione di Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti Elite) e Chiara Teocchi (Bianchi i.idro Drain) che, nonostante siano partite con qualche secondo dopo le donne Elite, passano le avversarie più anziane e arrivano alle spalle di Eva Lechner (Centro Sportivo Esercito) con pochissimi secondi di distacco.

Il ciclocross sta prendendo piede e molti atleti della mountain bike si dedicano a questa specialità per incrementare l’allenamento invernale.

Stanno emergendo atleti che posso fare ottimi risultati anche a livello internazionale.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Chiamata dagli amici "acqua e paltan", proveniente da sport completamente differenti, ora dedica cuore e mente al mondo delle due ruote offroad. Poliedrica nel suo lavoro: un'ottima fotografa, sa mettersi a disposizione anche dall'altra parte dell'obiettivo! Attiva come "social specialist" non smette mai di pensare a dove la bici la porterà ad infangarsi la prossima volta!