- Conclusasi la stagione 2014 vi siete dati alla bella “bella vita” o vi siete messi subito all’opera per il 2015?

- Diciamo che più che alla bella vita abbiamo voluto staccare un mese e mezzo dalla bici per riprenderci dalla stagione, soprattutto dal gran finale dopo la Trans Provence e l’ultima EWS a Finale Ligure.

- Impostate un lavoro di training “fai da te”, utilizzando la tua esperienza e quindi esercizi e metodi appresi in passato, oppure ti affidi ad un preparatore atletico e quindi ad un programma personalizzato?

- Da quest’anno ci segue Enrico Martello, impegnato con la nazionale di XC e Marathon al fianco di Pallhuber ed organizzatore della EWS di La Thuile. Ci sta seguendo in base al suo studio ed esperienza durante questi anni, in più ha partecipato a qualche gara di enduro per capire lo sforzo che svolgiamo in gara. Abbiamo iniziato il programma di allenamento a metà novembre e ci stiamo trovando molto bene!

- Come impostate la giornata tipo? Allenamento, alimentazione, riposo. Quanto conta ogni fase della giornata?

- Conta tantissimo, trovare il giusto equilibrio è importantissimo, le cose da fare durante la giornata sono sempre troppe. Diciamo che di anno in anno stiamo migliorando, riuscendo a gestirci meglio, il lavoro del team svolto in questi anni sta dando piano piano i suoi frutti: il 2015 è il primo anno dove riusciamo ad avere degli orari normali, gli anni passati sono stati duri a livello mentale, sai… quando molli il tuo lavoro per riuscire a realizzare il tuo sogno, senza nessuna base economica ma solo con le tue forze, la priorità è riuscire ad arrivare a fine mese. Quindi finalmente quest’anno per me e Manu la giornata tipo è: sveglia alle 7.30 portiamo fuori Ugo e Olga, i nostri “cagnoni”, poi risveglio muscolare che si svolge in 20′ di camminata più qualche esercizio a casa per altri 20 minuti, poi una mega colazione con frutta, cereali, latte di soia, biscotti, marmellata ecc. Poi usciamo ad allenarci, pranzo con un bel piatto di pasta e si continua a lavorare per portare avanti l’azienda ;-) Cena rigorosamente vegetariana, tendente vegana, ci piace mangiare, non ci facciamo mancare nulla e poi per finire a letto presto!!!

- Bici da corsa, palestra, mtb, motocross? Oltre alle solite attività di allenamento praticate altri sport nel periodo invernale?

- Fortunatamente viviamo in un posto, Sanremo, dove d’inverno ci sono in media 15 gradi ma in alcune giornate possiamo arrivare anche a 20, quindi non abbandoniamo mai la bici. Quest’anno abbiamo deciso di usare solo la bici da enduro anche quando in scheda ci sono lavori sulla ciclabile! Ci piace camminare nei sentieri per trovare anche nuove tracce, una volta a settimana lavoriamo sui sentieri come trail builder che è un ottimo allenamento per la parte alta, e infine una volta a settimana in palestra!

- Siete atleti “alla vecchia”, quindi niente sesso prima di una gara? Se sì, durante il periodo invernale recuperate il tempo perso?

- Di solito il giorno prima della gara facciamo i bravi, recuperiamo poi la domenica sera ;-)
Dicono che se è una cosa veloce può far bene perché toglie la tensione, il problema è riuscire a farlo veloce… perché se poi si va per le lunghe (come ci è capitato) ci si stanca troppo e alla fine non si è super performanti… comunque faremo tutte le prove quest’inverno! ;-)

 

Ritorna al post: Enduro: cosa hanno fatto i pro questo inverno?
iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Andrea Ziliani è un appassionato di ciclismo a tutto tondo. Corre su strada dalle categorie giovanili e da qualche anno anche in enduro. Appassionato di motori, fotografia ed ogni cosa che riguarda la meccanica e la velocità.