Dai sentieri alpini nostrani vi presentiamo la MDE Carve 2021, una mountain bike completamente rinnovata, full suspension e pensata per il trail riding aggressivo.

La nuova Carve 2021 ha subito un lifting completo e profondo, a partire dal cinematismo delle sospensioni I-Link 2.0 ereditato dalla “sorella maggiore” da enduro MDE Damper 2020: la sospensione gestisce una corsa da 140 mm nella versione da 29 pollici, invece per la forcella è previsto un massimo di 150 mm nella versione da 27,5″.

Il telaio viene fatto a mano in Italia e può ospitare le ruote da 27,5″ o da 29″: in taglia media ha un peso di 2,9 chilogrammi senza ammortizzatore.

La nuova mtb da trail MDE Carve 2021

Lo chassis adotta una geometria più spinta e moderna: osserviamo infatti un carro posteriore più corto di 5 mm, il reach è stato allungato, l’angolo sella è molto verticale con 77.9° mentre l’angolo sterzo ha un valore di 65.5°.

Il triangolo anteriore è stato ridisegnato con tubature idroformate, il passaggio dei cavi è esterno con clip removibili stampate in 3D, e anche il carro posteriore è stato modificato per facilitare lo scarico del fango.

Su richiesta è possibile scegliere delle geometrie su misura: il servizio  consente di personalizzare il telaio con un costo aggiuntivo di 180 euro.

La Carve è disponibile con allestimento completo o come kit telaio, il prezzo di partenza per il frameset è di 1.890 euro mentre per l’allestimento Race si parte da 4.390 euro (IVA inclusa).

Entrambe le soluzioni sono disponibili nelle taglie: S-M-L-XL- e con l’opzione Rider Tuned Geometry.

Le geometrie del telaio della nuova mtb MDE Carve 2021

La tabella con le geometrie del telaio della nuova mountain bike MDE Carve 2021.

Una “trail da enduro”

La nuova MDE Carve ha subìto un rinnovamento profondo per diventare una trail bike aggressiva che offra ottime prestazioni durante le fasi di salita senza rinunciare alle performance e al divertimento durante la discesa.

Stando alle dichiarazioni di MDE, la nuova sospensione che adotta il sistema I-Link 2.0 è più stabile durante le fasi di pedalata rispetto alla versione precedente: l’ammortizzatore ha una curva di compressione progressiva per ottenere un “effetto plush” in fase di assorbimento delle asperità, pur mantenendo una notevole reattività e resistenza al finecorsa.

MDE interviene anche sul sistema di fissaggio dell’ammortizzatore sul carro posteriore introducendo un leveraggio che ingaggia tramite due cuscinetti: in base a quanto dichiarato sul comunicato stampa questo nuovo sistema di bielle permette di ottenere una migliore fluidità e una maggiore durata del cinematismo.

Per aumentare la rigidità del sistema ammortizzante sono state aumentate anche le dimensioni dei perni e sono stati introdotti dei nuovi cuscinetti maggiorati: quest’ultimi sono stati realizzati appositamente dalla ditta americana Enduro Bearings, sono di alta qualità per garantire una maggiore rigidità senza far aumentare il peso.

Dettaglio dell'ammortizzatore posteriore della nuova mtb MDE Carve 2021

MDE Carver: uno chassis rinnovato

Per la nuova Carver 2021 anche i tubi del triangolo anteriore sono stati completamente ridisegnati e vengono ora realizzati tramite idroformatura, il tubo sterzo tapered adotta lo standard zero stack sia sopra (44 mm) che sotto (56 mm) ed è abbinato alla nuova serie sterzo zero stack.

Il telaio adotta anche un nuovo sistema di passaggio cavi esterno con clip avvitate che fanno aderire i cavi sopra al tubo superiore (il passaggio cavo per il reggisella telescopico è interno). In opzione sarà disponibile una cover stampata in 3D che riveste completamente i cavi nascondendoli dalla vista proteggendoli al contempo dallo sporco.

Per completare il restyling è stato rivisto anche il carro posteriore, rifinito con nuovi particolari ricavati al CNC e nuove tubazioni più lineari e leggere: il design è stato ottimizzato anche per facilitare la pulizia e lo scarico del fango.

Dettagli del telaio della nuova mtb MDE Carve 2021

La mountain bike Carver è disponibile con ruote da 29″ o da 27,5″: nel primo caso (29″) adotta una forcella con 140 mm di escursione, seguendo il trend moderno prevede un angolo sella molto verticale (77,9°), lunghezze del top tube e reach distese, angolo di sterzo da 65,5°, BB drop 30 mm per un altezza da terra di 341 mm, le quote di stack sono inferiori.

Nella versione da 27,5″ è supportata una forcella con 150 mm di corsa: l’angolo sella è di 76,5°, reach e top tube sono simili al modello da 29″ con un angolo di sterzo più aperto da 65° e altezza da terra di 342 mm.

Ricordiamo che le geometrie possono essere personalizzate in fase di acquisto con l’aggiunta di 180 euro per il servizio Rider Tuned Geometry.

La nuova mountain bike da trail MDE Carve 2021

L’allestimento Race prevede una forcella Rock Shox PIKE Ultimate RC2 accompagnata da un ammortizzatore Rock Shox Deluxe Ultimate.

La trasmissione è monocorona da 12 velocità SRAM GX, i freni sono i FORMULA Cura e la compontistica è SWITCH: il montaggio è completamente customizzabile su richiesta.

Per ulteriori informazioni o per consultare le schede tecniche dei montaggi vi invito a consultare il sito internet ufficiale MDE.

Interessati anche alla pedalata assistita? Andate a leggere il nostro articolo dedicato alla e-MTB da enduro MDE Push3r 2021.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

La bicicletta come stile di vita, spostamenti urbani, svago e lavoro. Guida cicloturistica per professione, maestro istruttore di MTB della F.C.I. Tempo libero in sella alla mountain bike, alla scoperta di nuovi trail. Condivide la sua passione attraverso i social, scattando foto e registrando video. Divulga le sue esperienze creando tutorial e video lezioni, sotto il nome di Sardabike.