Il 1° febbraio ci sarà una “tavola rotonda” a Finale Ligure con sponsor, piloti, team e media per definire il futuro del Superenduro

Una vera e propria tempesta mediatica è stata quella scatenata dalla notizia che il circuito più famoso d’Italia avesse preso una pausa per il 2015. In questi giorni la novità sta nel fatto che per il 2016 l’impegno del Superenduro cambierà forma, e si auspica che quella forma sarà data dalle idee di piloti, sponsor, team e media che, ci auguriamo, contribuiranno alla rinascita di uno dei circuiti più apprezzati dagli italiani e non solo.

Ecco il comunicato stampa ufficiale:

Immaginavamo che la notizia dello stop del circuito nel 2015 avrebbe suscitato pareri discordanti tra il popolo della MTB italiano ed internazionale. E’ interessante leggere i commenti ed i punti di vista dei tanti amatori ed appassionati che hanno scritto e stanno scrivendo sui vari canali media e social. Siamo sorpresi dalla quantità e qualità dei messaggi di supporto ed incoraggiamento che abbiamo ricevuto, anche individualmente, in queste ore. Grazie!
E’ bello vedere che ci sono così tante persone per cui il Superenduro è stato molto di più di un circuito di gare, il vostro calore è la migliore risposta a questo difficile momento ed una grande motivazione a rimboccarsi le maniche per provare a fare qualcosa di meglio ancora nel 2016.
La strada non sarà facile ne veloce ed inizia con il primo appuntamento con piloti e Team fissato per l’1 febbraio a Finale Ligure. Sarà la prima occasione di incontro per ascoltare i pareri dei rider e dei team manager e confrontarsi sulle esigenze in vista della stagione 2016. Per questioni di logistica e di spazi tutti coloro che sono interessati a partecipare sono gentilmente invitati ad inviare una mail a info@superenduromtb.com indicando il numero di persone che parteciperanno all’incontro.

Info su Superenduromtb.com

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso Gravity School. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!