In occasione degli Eurobike Media Days a Plan de Corones (BZ) abbiamo avuto l’opportunità di testare sul campo il nuovo gruppo Shimano Deore XT a dodici velocità.

Molte delle tecnologie del nuovo gruppo Shimano XT sono derivate dal nuovo XTR, se volete approfondire leggete il nostro articolo sullo Shimano XTR a 12 velocità che abbiamo provato lo scorso anno.

foto della cassetta shimano Xt 12v

Gli ultimi due pignoni della cassetta Shimano XT a 12 velocità sono in lega di alluminio, gli altri in acciaio.

Il gruppo XT 2019 è pensato per un’ampia tipologia di utenti, XC, trail, enduro, e fa della precisione e la durata nel tempo i suoi punti forti.

Abbiamo già parlato nel dettaglio dei nuovi gruppi XT ed SLX 2019 a 12 velocità, in questo articolo ribadisco le principali caratteristiche e più in basso potrete trovare le mie impressioni di guida.

foto di claudio riotti durante il test shimano xt 12 v

Il bike park di Plan de Corones (BZ) è stato il luogo ideale per mettere alla prova il nuovo gruppo Shimano 12v.

Gruppo Shimano XT M8100 a 12 velocità

Il nuovo XT (caratterizzato dalla sigla M8100) pesa circa 365 grammi in più per il gruppo completo rispetto all’XTR ma le funzionalità sono quasi le stesse, cambiano i materiali e alcuni dettagli.

Per dare a ogni biker la possibilità di trovare il proprio stile a seconda delle proprie necessità, l’XT 12v presenta una guarnitura singola o doppia 1×12 o 2×12  con tecnologia Hollowtech II.

Per le corone sono disponibili dentature da 28, 30, 32, 34 e 36 denti e la compatibilità con le corone XTR e SLX è totale. Le pedivelle sono disponibili da 165, 170, 175 e 180 mm di lunghezza.

foto della pedivella shimano xt 12 v

La guarnitura Shimano XT è disponibile singola o doppia. In test abbiamo avuto la singola con corona da 30T.

La cassetta con tecnologia Micro Spline a 12 velocità necessita di un corpetto ruota dedicato e ha un range di 10-45T o 10-51T: oltre a Shimano, anche DT Swiss, Mavic, Newmen e Industry Nine hanno la licenza per produrre corpetti compatibili e altre aziende arriveranno presto ad aggiungersi.

Nuovi i comandi al manubrio con tecnologia ISPEC-EV per modificarne la posizione in tre direzioni: lateralmente, longitudinalmente e anche la profondità, quindi angolarmente (nello specifico 65° per XTR, 20° XT e SLX).

I freni XT sono a 2 pistoncini nella versione per XC e marathon (compatibile con pastiglie XT M8000 già in commercio) e a 4 pistoncini nella versione trail ed enduro (compatibile con pastiglie XTR M9100 già in commercio).

La leva è la stessa per entrambe le tipologie di pinza, con il nuovo corpo leva che poggia in due punti sul manubrio. I dischi dei freni hanno la tecnologia Ice Freeza e sono disponibili due set completi di ruote da enduro e da XC, non previsti invece nella gamma XTR.

foto della leva freno shimano xt 12v

La leva dei nuovi freni Shimano XT si può utilizzare con pinze da 2 o 4 pistoncini.

Il test del gruppo Shimano XT MT8100

Marco Cittadini, Responsabile PR e Comunicazione Shimano Italia, ci ha fornito una Orbea Rallon 29 in carbonio allestita con la trasmissione Shimano Deore XT MT8100 1×12 con cassetta 10-51, sospensioni con forcella FOX 36 Float GRIP2 e ammortizzatore FOX Float X2, freni Shimano XT a 4 pistoncini e manubrio, stem e reggisella della serie Shimano PRO.

Purtroppo le ruote Shimano XT non erano montate essendo appena arrivate, abbiamo solo potuto ammirarle appese agli stand.

foto dell Orbea Rallon in carbonio montata con il gruppo Shimano XT a dodici velocità.

L’Orbea Rallon in carbonio montata con il gruppo Shimano XT a dodici velocità.

In sella all’Orbea, un mezzo davvero divertente e performante, ho avuto modo di esplorare alcuni trail del bike park di Plan De Corones tra cui il fantastico Herrnsteig, 8 km di discesa che alterna enormi sponde e salti a sezioni tecniche, dissestate e ripide: decisamente l’habitat ideale per mettere alla prova la resistenza dell’impianto frenante e la stabilità della frizione del cambio XT.

A Riscone invece, alla base degli impianti di risalita, mi sono avventurato pedalando su alcuni trail per saggiare la qualità della cambiata e la trasmissione in generale.

foto del mozzo shimano xt

La Orbea Rallon in test era equipaggiata con mozzi Shimano XT su cerchi in carbonio non marchiati.

La trasmissione Shimano XT a 12 velocità in test

Per ogni test è necessario e fondamentale un set up della bici con regolazione della pressione dei pneumatici e delle sospensioni, e soprattutto un posizionamento delle leve freno e manettino cambio seguendo le proprie preferenze (a riguardo vi ricordo l’articolo Come settare una MTB prima di un test).

Solo in questo modo è possibile concentrarsi sui singoli componenti o, se si tratta di un test bici, sul mezzo nella sua totalità.

foto del cambio shimano xt 12v

Non ci convince la direzione di uscita del cavo dal deragliatore posteriore, orientata in alto: lascia il cavo esposto.

Regolata a dovere la bici ho subito messo alla prova la trasmissione con una serie di cambiate su dei pendii e delle rive dietro alla partenza degli impianti. Anche senza troppe attenzioni nell’alleggerire la pedalata durante la cambiata, il cambio Shimano XT è preciso e immediato.

Il feeling delle leve è più morbido, e il grip aumentato dal disegno dei manettini e dal rivestimento gommato è benvenuto, soprattutto in situazioni di pioggia e fango come già visto nel test “bagnato” dell’XTR.

foto della trasmissione shimano xt 12v

Nessun problema di caduta della catena durante il test dello Shimano XT 12v.

Ciò che più differenzia le nuove trasmissioni Shimano (XTR, XT e SLX) da quelle precedenti è la rinnovata tecnologia Dynamic Chain Engagement+, ovvero il profilo dei denti ottimizzato per le trasmissioni 1x, e la tecnologia Hyperglide Plus (HG+), un nuovo disegno dei denti dei pignoni che permette di ridurre di un terzo la velocità di cambiata e renderla più rapida, fluida e silenziosa in entrambe le direzioni.

Ho notato che questo aspetto è molto evidente nell’alleggerire le marce, quindi salendo verso i pignoni più grandi (quello che in inglese è chiamato “downshifting” e può generare confusione).

foto del cambio shimano xt 12 velocità

Il momento preciso in cui la catena sale senza dispersioni di energia grazie al Dynamic Chian Engagement+.

Non appena si preme il comando, la catena sale silenziosamente e non c’è la minima dispersione di potenza, anche sotto sforzo.

Nella cambiata verso marce più dure (quindi upshifting – basta pensare al movimento del cambio che in questa fase “sale” verso il fodero, da cui “up”) la fluidità e la velocità di cambiata sono molto apprezzabili ma c’è un feeling più “secco”, ben avvertibile anche in situazioni molto dissestate, e lo trovo un vantaggio in quest’ottica (e anche in modalità “race”, come la doppia cambiata sui pignoni più piccoli quando c’è da rilanciare in piano).

Nello specifico, il sistema Instant Release del nuovo manettino è stato studiato proprio per velocizzare la cambiata e probabilmente renderla più avvertibile. Come le versioni precedenti, si possono cambiare quattro rapporti alla volta in salita e due alla volta in discesa (con il pollice o indice) grazie al sistema Rapidfire Plus.

test-gruppo-shimano-xt-12v-3

Nei tratti dissestati non c’è stato alcun problema di caduta catena o altro, la frizione Shadow RD+ fa il suo dovere nel mantenere la catena tesa e il bumper in gomma posizionato sul corpo vicino alla puleggia superiore evita che la catena sbatta sul cambio quando si utilizzano i pignoni più piccoli, sui salti e nelle staccate sulle brake bumps.

La scalatura delle 12 velocità 10-51 è perfetta per un utilizzo enduro abbinata a una corona anteriore da 32 o, per chi ha più gamba, da 34.

foto di claudio riotti durante il test shimano xt

Nessun problema di frenata neanche dopo 8 km di discesa, gli XT a 4 pistoncini sono il nuovo benchmark per prestazioni e costanza.

I freni Shimano XT in test

Sono rimasto impressionato dai nuovi freni a quattro pistoncini Shimano XT: messi a dura prova dalle lunghe discese sono usciti vincitori a testa alta.

Nessun problema di surriscaldamento, fading o riduzione della frenata, né rumori o allungamenti della corsa della leva, su due prove da 8 km di discesa continua. Impeccabili da inizio a fine discesa, donano potenza e modulabilità senza stancare le mani. Un prodotto davvero ben riuscito, a quanto pare.

foto di claudio riotti durante il test mtb shimano xt

La leva con tecnologia Servo Wave (che velocizza il contatto delle pastiglie sul disco e  migliora quindi la modulabilità) poggia in due punti sul manubrio e crea un sistema molto diretto e preciso.

Come sulle versioni precedenti, si può personalizzare la corsa a vuoto delle pastiglie (free stroke) con un cacciavite a stella e la distanza dal manubrio della leva tramite una rotellina: questo, assieme al posizionamento personalizzabile delle leve e manettini, permette di “cucirsi su misura” il nuovo gruppo XT.

foto del disco shimano xt 2019

Anche i dischi ridisegnati con tecnologia Ice Technologies Freeza fanno chiaramente la loro parte, essendo realizzati con un sandwich di due piste in acciaio inframezzate da un’anima in alluminio e sostenuti da uno spider anch’esso in alluminio: tutto a vantaggio della prestazione e per evitare il surriscaldamento.

A riguardo vi ricordo sempre che la fase di rodaggio è la più importante per poter ottenere prestazioni ottimali da qualsiasi impianto frenante, quindi non trascuratela: servono una decina di frenate decise (per ogni freno) effettuate su strada da una velocità di 30 km/h circa fino allo stop completo.

foto di claudio riotti a plan de corones su una mtb

Shimano Deore XT 12 velocità: le nostre conclusioni

Con il nuovo gruppo XT, Shimano ha centrato l’obiettivo su molti fronti, in primis i freni XT che mi hanno davvero impressionato per feeling e prestazioni.

La trasmissione XT M8100 va di pari passo: precisa, performante e fluida, ma servirebbe naturalmente un test a lunga durata per valutarne resistenza all’usura e affidabilità a lungo termine.

Per quanto riguarda i prezzi sono in linea con i prodotti XT a 11 velocità. Dal listino Shimano, il gruppo completo 1x si attesta sui 1.000 euro con freni, dischi, guarnitura, cambio, cassetta 10-51.

I freni Shimano XT costano 380 euro, la cassetta  12v 10-51 CS-M8100 viene 180 euro, il cambio IRDM8100 SGS 109 euro.

I gruppi Shimano Deore XT ed SLX sono già disponibili, per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale Shimano.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso Gravity School. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!