Giant, marchio taiwanese fondato nel 1972 che oggi vanta oltre 12.000 punti vendita autorizzati in tutto il mondo, ha rinnovato il suo ultimo gioiello per il fuoristrada: la Reign Advanced 1 2024.

Disegnato e messo a punto per dare agli appassionati offroad un mezzo in grado di primeggiare nelle competizioni enduro ma anche divertirsi in ogni bike park, questo avanzato modello rispecchia concretamente l’intenzione principe che anima il brand asiatico sin dalla sua creazione ovvero dar vita a biciclette di qualità puntando sull’innovazione.

 

Reign Advanced 1, le caratteristiche

Sono tante le particolarità che caratterizzano e rendono la nuova MTB Reign Advanced 1 il perfetto alleato per seminare amici e rivali lungo i più impegnativi tracciati da enduro. La prima è il rinnovato telaio in composito sul quale, grazie alle tre opzioni selezionabili con la tecnologia flip chip è possibile variare angolo sterzo, angolo del tubo sella e conseguentemente abbassamento del movimento centrale assicurando in questo modo una variabilità di geometrie che rende la bici adattabile a ogni fisico e ogni stile di guida.

È infatti possibile selezionare un angolo sterzo di 63.5°, 63.9° o 64.2° e il corrispondente angolo del tubo sella di 78.3, 78.7 o 79 gradi, risultando in un abbassamento del movimento centrale di 35, 30 o 25 mm (misura media) per ottimizzare la maneggevolezza per le condizioni del trail, stile di guida e dimensioni della ruota posteriore.

Non solo il telaio però, nella nuova Reign Advanced 1, è stato oggetto di aggiornamenti: anche il sistema di sospensione Maestro (ora con un’escursione da 160 mm) e l’ammortizzatore trunnion (la cui corsa da 62,5 mm rispetto risulta più lunga di 2,5mm rispetto a quella della generazione precedente) presentano novità sostanziali.

Il portaoggetti nel telaio (la foto è della Giant Advanced Pro 1).

 

Il risultato è una bici più rigida e al contempo più leggera, caratteristiche queste che poi ogni rider può decidere, di volta in volta, se abbinare a una maggiore stabilità o a una più spiccata agilità optando per una ruota posteriore da 29” (nel primo caso) o da 27.5” (nel secondo). Entrambe le soluzioni sono opzionabili sulla Reign Advanced 1 per via della particolare conformazione del mezzo che, tra le altre cose, presenta un nuovo e funzionale vano portaoggetti integrato nel tubo obliquo, ideale per riporre e portare con sé i piccoli oggetti necessari per vivere in tutta tranquillità le proprie uscite, lasciando a casa zaino o marsupio.

Parlando delle ruote, queste sono in carbonio e sono le nuove Giant TRX 2 29 Carbon con bordo largo ben 5 mm per minimizzare le forature e massimizzare la robustezza.

 

Reign Advanced 1, specifiche tecniche

Ecco, dunque, l’allestimento realizzato da Giant per la Reign Advanced 1 venduta a un prezzo di listino di 6.499 euro.

  • Telaio: Advanced-Grade Composite
  • Forcella: Fox 38 Factory, 170mm, GRIP 2 damper
  • Ammortizzatore: Fox Float X2 Factory, 205/62.5, custom tuned per Giant
  • Trasmissione: Sram GX Eagle Transmission
  • Cassetta: Sram GX Eagle Transmission
  • Pacco pignoni: Sram GX Eagle Transmission 10×52
  • Manubrio: Giant Contact SLR TR35, in composito, 800x35mm, 20mm rise
  • Freni a disco idraulici Shimano SLX M7120
  • Ruote: Giant TRX 2 29 Carbon WheelSystem
  • Sella: Giant Romero SL
  • Reggisella: TranzX travel adjustable dropper
  • Pneumatici: Maxxis Assegai 29×2.5 WT, 3C MaxxTerra, EXO+, TR (anteriore), Maxxis Minion DHR II 29×2.4 WT, 3C MaxxTerra, DD, TR tubeless (posteriore)
  • Taglie: S, M, L, XL
  • Peso indicativo 14,9 kg (M)

 

Giant rende disponibile anche solo il telaio una livrea particolare, con ammortizzatore a molla FOX Float X2 Factory, 205/62.5, custom tuned per Giant a 4.499 euro.

Per ulteriori informazioni sulla nuova Reign Advanced 1 e sulle altre mountain bike prodotte da Giant, vi invitiamo a visitare il sito web ufficiale del marchio taiwanese.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Ciclista milanese sempre pronto a fiondarsi verso la campagna e il mare, alla ricerca di itinerari poco battuti in cui ristorare corpo e anima. Sulla sua bici da strada ama tanto darsi all’esplorazione lenta quanto sfidare le pendenze delle montagne mitiche, teatro di quelle imprese che hanno acceso in lui una passione vivissima e totale che ogni giorno prova a trasmettere attraverso i suoi scritti.