Il “Prorider” Marco Aurelio Fontana, dopo otto anni con Cannondale, cambia team e passa a una delle case italiane più ammirate nella storia della bicicletta: Bianchi.

Il trentaduenne brianzolo, quinto alle Olimpiadi di Pechino 2008 e bronzo a quelle di Londra 2012, entra quindi a far parte del team Bianchi Countervail a partire dal 1° febbraio 2017.

L’ingaggio è per un anno, poi si vedrà. Di certo i suoi fan si augurano di poterlo vedere in sella a una bici italiana alle Olimpiadi di Tokyo 2020, per un riscatto dopo quelle di Rio 2016 rovinate da una foratura.

marco aurelio fontana firma il passaggio a Bianchi con Gimondi

Marco Aurelia Fontana firma davanti al presidente di Bianchi Felice Gimondi il contratto che lo legherà alla casa di Treviglio per il 2017.

Marco Fontana e Felice Gimondi

Il presidente Felice Gimondi, che con le sue vittorie fece la storia del ciclismo italiano, ha accolto con entusiasmo Marco nella famiglia Bianchi, affermando che un rider forte e con una personalità spiccata come Fontana accrescerà il valore tecnico della squadra e la sua visibilità mediatica.

Massimo Ghirotto, anch’egli ex ciclista su strada, è team manager del Team Bianchi Countervail ed è d’accordo sul fatto che Fontana rappresenti un’ulteriore motivazione e ispirazione per tutta la squadra.

Una squadra pronta a supportare nel migliore dei modi l’atleta brianzolo, che dichiara nel comunicato stampa: “Vedo in Bianchi un brand molto forte e di grande classe da cui sono stato sempre attratto.

Nelle prossime stagioni voglio correre ai massimi livelli e il Reparto Corse Bianchi si sta attivando per darmi tutto quello che mi occorre, a partire dalla Methanol CV.

So che questo nuovo modello è costruito con una innovativa tecnologia del carbonio che elimina le vibrazioni, il Countervail, e non vedo l’ora di sfruttarne a pieno le qualità di guida e controllo.

La bici esteticamente mi piace molto e l’allestimento è al top: tutto questo ci aiuterà ad ottenere il meglio nelle competizione XC. Ho trovato poi la massima professionalità in tutte le persone che ho incontrato a Treviglio, a partire dal presidente Felice Gimondi, un mito“.

La notizia ha fatto il giro del mondo dei biker “a ruote grasse” ma non solo: Fontana è campione italiano per ben tre volte di ciclocross, e nutre una folta schiera di proseliti anche in questo campo, per le sue grandi doti di polivalenza, guida e sensibilità.

La bici e la divisa e gli obbiettivi

Le mtb che il Team Countervail userà saranno le Bianchi Methanol CV ed FS. La prima è una front che abbiamo presentato in questo articolo e la seconda è biammortizzata.

La Methanol CV presenta un telaio costruito con il carbonio viscoelastico Countervail, lo speciale materiale integrato nella struttura di carbonio che cancella le vibrazioni.

Se volete approfondire l’argomento, leggete lo speciale di Matteo Cappè sul Countervail con le interviste ai tecnici Bianchi.

Marco Fontana correrà per un anno con una divisa che lui stesso ha contribuito a progettare assieme a Santini SMS. La divisa conterrà sicuramente l’inconfondibile “celeste Bianchi” che per anni ha contraddistinto il marchio e sarà un mix tra eleganza, stile e avanguardia nei materiali.

Gli obbiettivi del 2017 sono il campionato mondiale xc in Australia a Cairns, gli Internazionali d’Italia e qualche tappa della Coppa del mondo come Lenzerheide in Svizzera e la tappa tricolore in Val di Sole.

Auguriamo a Marco una stagione ricca di successi!

Potete seguire il Prorider sulla sua pagina facebook.

Qui trovate invece il catalogo e listino prezzi delle mtb Bianchi 2017.

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!