TRP è un’azienda americana con oltre venti anni di esperienza alle spalle. TRP, per chi abbia già sentito il nome Tektro, significa “Tektro Racing Product“; la sede è nello Utah e l’azienda produce sistemi frenanti per le diverse discipline del ciclismo: mountain bike, strada, pista, triathlon e ciclocross.

TRP sponsorizza inoltre il team YT Mob nella World Cup di downhill, il cui pilota di punta è Aaron Gwin.

Aaron Gwin, TRP e la linea di freni per mtb G-Spec

Aaron Gwin, il rider americano con più successi nella storia del DH a stelle e strisce e vincitore di 4 Coppe del Mondo e 7 titoli nazionali USA di downhill, collabora con TRP dal 2016 nello sviluppo dei freni a disco per downhill Quadiem SL e la versione da trail/enduro Slate.

TRP, dopo i feedback di Aaron durante la stagione passata, ha recentemente presentato alcuni aggiornamenti nel disegno di entrambi i modelli svelando le versioni “G-Spec”, dove la G sta ovviamente per Gwin.

La prima differenza sta nella forma della leva, cambiata seguendo le esigenze del campione che la voleva più ergonomica e dotata di grip.

A proposito di regolazioni, per sapere come settare al meglio la mtb consigliamo la lettura del nostro tutorial “come regolare la mountain bike“.

foto dell'impianto frenante TRP quadiem G-spec

Il freno mtb Quadiem G-Spec, il top di gamma di TRP per il downhill.

Freni a disco TRP Quadiem G-Spec, caratteristiche

Il Quadiem G-Spec è un freno da downhill con pompante, leva e pinza in alluminio prima forgiato e poi lavorato al CNC. Il peso è di 320 grammi a impianto grazie anche alla viteria in titanio.

Il pompante del Quadiem è posizionato in maniera parallela al manubrio, quindi non radiale come gran parte dei sistemi frenanti sul mercato; questo si traduce in una forma più compatta e meno invasiva della leva.

La leva presenta le forme molto squadrate del Quadiem normale, un freno a disco con potenza da vendere dotato di pinza a 4 pistoncini.

Gli upgrade sono stati nella lavorazione per aumentare il grip sulla leva e nella vite interna alla leva (protetta quindi da urti) per la regolazione della distanza dal manubrio senza attrezzi (chiamata “tool-free reach adjustment”) .

La pinza presenta pistoni in materiale composito misto ad acciaio per ridurre al minimo il trasferimento di calore dai dischi all’olio minerale durante le lunghe discese e ha una lavorazione ad alette atta a dissipare il calore. Le tolleranze sono state diminuite ed è stato eliminato qualsiasi gioco dei pistoni nella loro sede.

Il collarino è, come optional, compatibile con attacchi “I-Spec” o “matchmaker” per il cambio Shimano o Sram.

Prezzo ancora da confermare: 180 euro a impianto.

foto del freno trp slate g spec

Il freno dedicato al trail e l’enduro TRP Slate G-Spec, con pinza a quattro pistoncini a diametro differenziato.

Freni a disco TRP Slate G-Spec

Gli Slate G-Spec rappresentano la versione rivista del freno TRP dedicato al settore trail ed enduro.

Più leggeri dei Quadiem, (290 grammi l’impianto anteriore) e leggermente meno potenti, presentano un pompante più piccolo e affusolato e la stessa regolazione tool-free reach adjustment dei Quadiem.

La pinza è stata oggetto di grandi migliorie tra cui l’alleggerimento dei pistoni, anche qui realizzati in composito ma di due diametri differenti.

Gli Slate sono anch’essi compatibili con attacchi “I-Spec” o “matchmaker” per il cambio Shimano o Sram.

Prezzo ancora da confermare: 140 euro.

Per maggiori informazioni visita il sito www.trpbrakes.com

Qui invece potete trovare la run di Aaron Gwin passata alla storia, quando nel 2015 vinse la seconda tappa della UCI Downhill World Cup 2015 a Leogang, in Austria, correndo senza la catena!

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!