C’è sempre più la moda di video downhill “raw”, senza musica; quanto possiamo imparare dal suono di una bike sui trail?

Vincent Tupin, Lee Huskinson e Gaëtan Rey, tre rider Scott in un montaggio molto veloce con un unica colonna sonora: il rumore, o più propriamente, il suono delle bici sulla terra, sulle foglie, le radici e le rocce dei trail di Morzine e Dorénaz, tra Francia e Svizzera, paradiso del downhill e della mtb in generale.

Terreno che vai, suono che produci

A cavallo della vostra amata due ruote ci avete mai fatto caso? E’ spettacolare ascoltare come i vari terreni “suonino” in maniera diversa, fra tutti quello più incredibile del video è il rumore di vetri rotti tipico delle lastre di pietra sottili e smosse presenti su molte montagne delle Alpi. La sensazione che trasmette è quella di timore di bucare le gomme mista a allo stupore del suono prodotto, una cosa assolutamente da provare!

Altro “giochino” che spesso faccio guardando un video o una gara o semplicemente girando cogli amici è provare a dedurre la pressione degli pneumatici a seconda del rumore che fanno sulle rocce e sui trail: più è acuto e più la gomma è gonfia, viceversa più è grave è più il rider starà viaggiando a basse pressioni; il suono prodotto dovrebbe essere anche una conseguenza delle condizioni del trail percorso, sul fango non utilizzerò delle pressioni alte, anzi, andrò a cercare più grip riducendo l’aria e aumentando il potere della gomma di deformarsi e “aggrappare” di più.

E le sospensioni?

Ovviamente le gomme, che sono il primo filtro col terreno, trasmettono tutto poi alle sospensioni e infine al rider. Anche qui, usando solo l’udito, a volte possiamo dedurre addirittura che tipo di regolazione del ritorno stia usando il rider (se siamo molto vicini) dal rumore provocato dall’ammortizzatore posteriore o dalla forcella, o addirittura che modello sia!! Stiamo sicuramente sconfinando in un campo molto delicato tra la mia “ossessione mtb” e la visione di un bel video downhill, eppure c’era un programma tv dove indovinavano, senza guardare, marca e modello della macchina dal suono della portiera quando si chiude!

Vi ho incuriosito? Provate a cliccare play e “tendere le orecchie”… buon ascolto!

A proposito dell'autore

Patito delle due ruote fin da bambino, bmx, motocross, le prime mtb. Dal 2007 sui campi di gara enduro e downhill in tutta Italia, dal 2013 è istruttore di mountain bike presso www.gravity-school.com. Con BiciLive fin dall'inizio, la bici è il suo pane quotidiano!