Abbiamo provato la Wilier Urta SLR 2022, la nuova proposta top di gamma di Wilier Triestina (www.wilier.com) in ambito mountain bike. Questa cross country nasce con il preciso intento di tornare alle competizioni con grande stile, anche nel marathon: le tecnologie impiegate nella creazione di questa bici derivano direttamente dalla vasta esperienza dell’azienda nel settore strada.

Noi abbiamo testato l’allestimento venduto al pubblico a 9.700 euro (IVA inclusa), con gruppo trasmissione SRAM Eagle XX1 meccanico, ma il listino di questa belva off road parte da 5.900 euro. Da questa base di partenza, con lo stesso telaio, Wilier Triestina è in grado di offrire ben 26 allestimenti differenti.

In questo articolo troverete le nostre considerazioni su una bici in grado di offrire grandi performance e di divertire in ogni situazione, dalla salita alla discesa.

Siete pronti?

 

Wilier Urta SLR 2022: caratteristiche tecniche

La parola d’ordine attorno cui è stata sviluppata l’Urta è semplicità. Wilier ha voluto creare una bici che fosse altamente prestazionale e allo stesso tempo semplice nelle sue forme e nella sua costruzione, in modo da favorirne sia l’utilizzo che la manutenzione.

A un primo sguardo la cosa che si nota è il posizionamento orizzontale dell’ammortizzatore sotto il top tube e la presenza di due portaborraccia, soluzione studiata per garantire maggior autonomia al rider durante le uscite lunghe e le gare marathon. Soluzione che si sposa anche con l’interpretazione agonistica delle corse a tappe, non a caso la prossima stagione l’URTA SLR sarà presente ai cancelletti di partenza di Swiss Epic e Absa Cape Epic, pronta a dare battaglia.

Gli sforzi degli ingegneri si sono concentrati soprattutto sula parte posteriore della bici, è stata curata in particolare la rigidità e la capacità di resistere alle forze torsionali e laterali.

Sergio Viganò assieme alla nuova mtb full Wilier Triestina Urta SLR 2021

I foderi bassi sono asimmetrici mentre quelli alti presentano un archetto che ne aumenta la rigidità. Questa costruzione particolare agevola il lavoro dell’ammortizzatore, consentendogli di lavorare con una grande sensibilità. Il leverage ratio (ossia la curva di lavoro del telaio) viene esaltato dal mono che lavora perfettamente in sintonia con il telaio. La nostra scelta è il risultato di giornate di test fatti a banco e su campo gara con la consulenza dei tecnici di un leader nel settore come Andreani Group.

Particolare attenzione è stata portata anche sul manubrio che è un monoscocca integrato, tutto realizzato in carbonio, soluzione sempre più in voga che oltre a essere gradevole esteticamente migliora anche il feeling di guida.

Il cockpit URTA BAR + presenta  appositi spessori della serie sterzo forma un modulo virtualmente chiuso creando una interdipendenza nel lavoro delle fibre del modulo del telaio. Per trovare il proprio fitting ideale sono disponibili 3 taglie 60/75/90 mm con larghezza di 760 mm e inclinazione di -17°.

Wilier Urta SLR 2022: scheda tecnica

  • Gruppo: SRAM eagle XX1 meccanico
  • Ruote: Miche K1
  • Telaio: Urta monoscocca in carbonio
  • Forcella: Fox 32 Stepcast factory kashima, 100 mm, boost
  • Mono: Fox float 190×45
  • Piega: Urta Manubrio integrato
  • Comandi: SRAM eagle XX1 SL-XX1
  • Freni Shimano: XTR BR-M9100 a due pistoncini
  • Rotori Shimano: RT-MT900 180/160 mm centerlock
  • Guarnitura: SRAM eagle XX1 32T
  • Cassetta: SRAM eagle XX1 XG 1299 10-52T rainbow
  • Catena: SRAM eagle XX1 CN-EAGL-XX1 rainbow
  • Coperture: Vittoria Mezcal 29X2.25″ tubeless ready
  • Sella: Selle Italia X-LR Kit carbon
  • Reggisella telescopico: Ritchey WCS

Dettaglio del telaio della nuova mountainbike biammortizzata Wilier Triestina Urta SLR 2021

Wilier Urta SLR: il test

Abbiamo testato la Wilier Urta SLR 2022 principalmente tra le montagne del triangolo lariano tra i suggestivi paesaggi che solo il lago di Como può regalare. Non si è trattato tuttavia di semplici uscite all’insegna del piacere ma di vere e proprie cavalcate in sella a una bici che chiede di essere portata al limite e, soprattutto, incentiva questo tipo di utilizzo restituendo subito dalla prime pedalate un grandissimo feeling di guida.

Sicuramente il suo punto di forza più evidente è la salita, la grande attenzione portata dagli ingegneri al carro posteriore e alla capacità di lavoro dell’ammortizzatore si traducono in una trazione veramente di altissimo livello su qualsiasi fondo.

Ho cercato di cimentarmi nelle salite più impervie e dissestate che ho incontrato durante i test ed è veramente impressionante come questa biammortizzata sia in grado di arrampicarsi praticamente ovunque.

Questa caratteristica ci era stata anticipata dai tecnici Wilier e ad Andalo quest’estate avevo avuto modo di farmi un’idea al Mountain Bike Connection Summer 2021, ma devo dire che la Urta in questo test ha confermato se non superato tutte le aspettative che mi ero creato: in certi passaggi sembra veramente di essere seduti su una e-bike per la sicurezza che si ha nel salire e per la regolarità di pedalata che si riesce a mantenere anche su terreni tutt’altro che regolari.

Dalla ghiaia, all’erba, al sottobosco, questa cross country è sempre ben incollata al terreno.

Sergio Viganò pedala su uno sterrato con la nuova mtb full-suspended Wilier Triestina Urta SLR 2021

La sorpresa più grande però arriva soprattutto dalla discesa, grazie al reggisella telescopico è possibile avere un set up da discesa più aggressivo e intuitivo che, associato alle caratteristiche tecniche di questa bici, consente di poterla guidare forte anche su percorsi particolarmente scassati.

Forcella e ammortizzatore lavorano all’unisono andando a copiare ogni irregolarità mentre l’angolo di sterzo e il manubrio restituiscono grande feeling e grande reattività. Anche quando si è lanciati, è facile governare la bici compiendo correzioni dell’ultimo secondo; non ho mai riscontrato risposte nervose o a percepito dell’insicurezza in alcuni passaggi.

Insomma questa Urta è proprio fatta per andar forte, è in grado di divertire e di permettere di tirare fuori il meglio dalle nostre gambe.

Sergio Viganò pedala su una salita rocciosa con la nuova mtb full Wilier Triestina Urta SLR 2021

Caratteristica molto positiva è il doppio portaborracce che consente di viaggiare senza doversi portare uno zainetto e, di conseguenza, di avere un’esperienza di guida più appagante, oppure si può utilizzare uno dei supporti per mettere la borraccia porta-attrezzi (come quello che si vede nelle foto) ed evitare di riempire le tasche sulla schiena.

La trasmissione si è sempre comportata in modo preciso e affidabile e nonostante qualche scalata al limite, il cambio SRAM non ha mai sbagliato un colpo; ogni tanto mi restituiva qualche rumore che era più un insulto al mio utilizzo del cambio in certi passaggi.

Se proprio devo trovare un difetto a questa bici sono le manopole che non mi hanno particolarmente convinto, ma è un componente molto personale che può essere sostituito facilmente e con una spesa molto bassa.

La bici si è dimostrata sempre affidabile, è vero sì che la progettazione rende facile le operazioni di manutenzione ma, per dover di cronaca, l’unica volta che ci ho messo mano è stato nelle operazioni di montaggio e smontaggio per metterla in macchina: durante le mie uscite non ho mai avuto nessun problema su cui dover intervenire.

La nuova mountainbike biammortizzata Wilier Triestina Urta SLR 2021

Wilier Urta SLR: pareri e conclusioni

La Wilier Urta SLR è una bici completa e divertente e per la sua capacità di performare in salita si potrebbe quasi definire una bici da “up country”; allo stesso modo sono indiscutibili anche le qualità in discesa, grazie a un mix di geometrie e componenti davvero azzeccati.

Si tratta di una bici estremamente performante in grado di trasmettere un grande feeling di guida. È una bici indicata per chi cerca sempre di ottenere il meglio da se stesso cercando di spingere il proprio limite sempre un po’ più in là. L’unica nota dolente è il prezzo, tuttavia non mi sentirei di definirlo eccessivo, la qualità di questa cross country vale ogni centesimo.

Se siete interessati a un ulteriore approfondimento sulla Wilier Urta SLR 2022 vi invitiamo a stare sintonizzati sui social di Bicilive.it per l’uscita del nostro video Garage People che sarà pronto a breve.

Per ulteriori informazioni su questo o altri prodotti del brand vi invito a visitare il sito ufficiale www.wilier.com.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Appassionato di qualsiasi cosa abbia le ruote, la bici è presente nella mia vita da quando ho memoria. Ho la fortuna di viverla in quasi tutte le sue sfaccettature, sempre affamato della prossima novità. Ho trovato la soddisfazione agonistica nel triathlon, riuscendo nel 2017 a ottenere la qualificazione al campionato del mondo ironman 70.3. Sono istruttore FITRI e, mentre proseguo i miei studi in farmacia, cerco di scendere il meno possibile dai pedali provando a trasmettere la mia grande passione.