Il brand Double3 è una realtà italiana che vede la sua nascita nel 2008 da un’idea di Giacomo Serapiglia, il fondatore.

Si tratta di un marchio indipendente di abbigliamento tecnico etico e sostenibile per MTB ed e-MTB, prodotto e distribuito da AKKOTEX S.R.L.

Abbiamo da poco parlato del nuovo sito web di Double3 e ora abbiamo messo alla prova uno dei suoi completi, il D3COMBO con maglia a tre quarti Air Performance e shorts Ergodynamic.

 

Come il brand ci ha abituato negli anni, abbiamo tra le mani due prodotti pieni di dettagli e trovate intelligenti, pensati da biker per biker.

Sono concepiti e realizzati interamente in Italia utilizzando dei nuovi tessuti molto performanti e allo stesso tempo leggeri. Sia i tessuti che i trattamenti utilizzati hanno la certificazione di atossicità.

Specifichiamo che si tratta di versioni prototipo della collezione estate 2025 che saranno disponibili in pre-order la prossima primavera sul sito Double3.

Il prezzo si aggirerà intorno ai 190 euro per maglia e shorts, non vendibili separatamente, compresa la spedizione.

Vediamo le caratteristiche tecniche e come si sono comportati nel nostro test.

Maglia tre quarti Air Performance

Per Double3 “ogni parte del nostro corpo è differente per molti ragioni: gli aspetti che più interessano la pratica della MTB sono la mobilità, la temperatura e l’umidità.”

Per questo motivo, la maglia Air Performance è realizzata con due tessuti diversi a seconda delle zone: per braccia, spalle, petto e schiena alta troviamo un morbido ed elastico tessuto indemagliabile microforato che si asciuga velocemente e consente al corpo una maggiore mobilità.

I due tessuti nel dettaglio: è evidente la traspirabilità e la leggerezza di entrambi.

Per la parte inferiore è stato utilizzato un diverso tessuto ugualmente leggero e traforato ma più robusto e stabile in rete mesh perché in MTB il busto si muove meno rispetto alle braccia e alle spalle. Questa costruzione, a detta del produttore, consente inoltre un “effetto camino” dove l’aria calda che si sviluppa attorno al corpo durante la pratica può salire velocemente verso l’alto e uscire “risucchiata” dal tessuto sovrastante super-traspirante.

La Air Performance ha una manica a 3/4. Troviamo anche una tasca posteriore triangolare dotata di zip, discretamente ampia dato che gira intorno alla maglia, in cui possiamo inserire il pass per il bike park, dei documenti e tessere in un piccolo portafogli, i guanti o una barretta.

Maglia Air Performance in pillole

  • Maglia manica raglan 3/4
  • Collo a giro in costina
  • Composizione con due tessuti differenti
  • Tasca con zip zona posteriore fianco destro
  • Vestibilità asciutta
  • Fatta in Italia
  • Tessuti e trattamenti atossici
  • Stampata con inchiostri eco-solvent
  • Taglie S, M, L, XL, XXL
  • Vendibile solo assieme al pantalone dello stesso completo

Pantaloncini Ergodynamic

Seguendo il concetto della maglia, anche questi shorts sono realizzati con due diversi tessuti per avere il massimo della comodità e della leggerezza ma presentando ugualmente una buona resistenza e soprattutto ottime caratteristiche di idrorepellenza.

Sulla parte anteriore troviamo quindi un tessuto più leggero, traspirante e idrorepellente montato orizzontalmente per sfruttare la maggiore elasticità laterale della trama.

Nella parte posteriore invece Double3 ha utilizzato un tessuto di color nero più pesante e tenace, antimacchia, montato verticalmente, per sfruttare la maggiore elasticità in altezza della trama. Questo materiale è stato scelto per le sue ottime doti di resistenza, traspirabilità e idrorepellenza.

Essendo montati in modo differente e con elasticità direzionali contrapposte, i due tessuti lavorano attivamente e fanno sì che i movimenti della pedalata vengano assecondati. Double3 afferma che nel design dinamico del pantaloncino si crea un’interazione tra spinte agoniste e antagoniste che dona un’esperienza unica nel suo genere.

Troviamo poi due grandi tasche laterali con chiusura zip ognuna con il suo doppio sacco tasca comunicanti tra loro sia anteriormente che posteriormente. La chiusura del pantalone è con una fibbia a scatto in stile motocross, molto leggera e regolabile.

Shorts Ergodynamic in pillole

  • Pantalone bermuda composto con due differenti tessuti
  • Due grandi tasche laterali con chiusura zip, ognuna con doppio sacco tasca
  • Chiusura con fibbia a scatto regolabile
  • Possibilità di applicare un’ulteriore tasca marsupio
  • Vestibilità asciutta
  • Fatto in Italia
  • Tessuti e trattamenti atossici
  • Stampato con inchiostri eco-solvent
  • Taglie S, M, L, XL, XXL
  • Vendibile solo assieme alla maglia dello stesso completo

Foto di Claudio Riotti durante il test del completo MTB Double3 D3Combo.

Il test sul campo

Sono alto 170 cm e peso circa 68 kg. Il completo D3 COMBO, appena tolto dalla scatola, dà una sensazione di leggerezza e di qualità. Le cuciture sono rinforzate nei punti strategici dove le sollecitazioni sono maggiori. Le zip sono di ottima fattura e hanno il tiretto autobloccante per evitare che questo si muova o faccia rumore durante la pedalata.

La taglia M che ci ha mandato Double3 veste in modo aderente ma comodo, cosa che apprezzo perché trovo che i completi troppo “asciutti” in MTB mi limitino i movimenti e siano meno traspiranti. La maglia è leggermente più lunga sulla schiena. La manica a tre quarti è un po’ più protettiva (anche dal sole) ed è molto comoda a mio avviso anche quando si indossano le gomitiere.

La fascetta con il logo Double3 sulla manica destra verrà poi cucita interamente.

Seguendo la stessa logica della maglia, i pantaloncini vanno a coprire la parte superiore del ginocchio anche quando la gamba è piegata: questo è un must in enduro quando si indossano le ginocchiere per evitare interferenze con le stesse.

Mi piace la chiusura con fibbia in plastica in stile motocross perché permette una regolazione ampia senza dover usare bottoni o strap in velcro: questi ultimi sono molto usati dagli altri brand ma sono sempre scomodi durante il lavaggio, rovinano i capi e tendono a perdere comunque efficacia nel tempo.

Foto di Claudio Riotti durante il test del completo MTB Double3 D3Combo in Val di Sole.

Nell’utilizzo in bici, la comodità del completo è altissima.

A livello di traspirabilità, quella della maglia è ottima, quella dei pantaloncini è mano evidente anche per come sono concepiti, ma va benissimo così: la resistenza a schizzi, fango e acqua è molto buona, sia anteriormente che nella parte posteriore, e la robustezza è fondamentale in un pantalocino enduro.

Forse un elemento che rende un po’ più caldi gli shorts sono le fodere interne delle ampie tasche, ma queste saranno sostituite in produzione con una rete più leggera.

La loro capienza è davvero ampia: in una pausa al bar, avendo le mani occupate dal vassoio con caffé e brioche, sono riuscito a mettere in tasca i guanti, lo scaldacollo, il telefono, una borraccia e il portafogli, il tutto con la massima comodità e avanzava ancora spazio!

Ovvio che nel riding non porto tutti questi oggetti, solo lo smartphone e magari dei fazzoletti a portata di mano, il resto lo sistemo nel marsupio o nello zaino.

Tuttavia la possibilità di inserire il telefono nel vano posteriore della tasca è davvero comoda, non si muove e non dà noia durante la guida e anche in caso di caduta rimane più protetto che sulla parte anteriore della coscia (e ho purtroppo provato anche questo con una scivolata in una sponda allo spettacolare bike park di Les Deux Alpes: ho sbattuto la parte anteriore della coscia sul manubrio e non quella posteriore, meno male che il telefono era dietro!).

L’impermeabilità e la resistenza sono ottime. Notare le fibbie per il marsupio-tasca che verrà messo come optional.

Sono molto curioso tuttavia di provare la “tasca marsupio” che Double3 ha in serbo: le tre asole posteriori dei pantaloncini infatti sono pensate non per una cintura ma per applicare appunto una tasca-marsupio. Questa per ora è ancora in fase prototipale ma di certo aggiorneremo l’articolo quando Double3 ce la invierà.

Qui si vedono chiaramente i due tessuti degli shorts, quello nero impermeabile e robusto e quello bianco, sempre resistente all’acqua ma più traspirante.

Conclusioni

Il completo Double3 “D3COMBO” ci ha positivamente impressionato: è stato studiato come un insieme che asseconda e favorisce i movimenti del biker e da qui ne deriva una comodità di altissimo livello.

L’utilizzo di due tessuti diversi per ogni capo è strategica: gli shorts resistono all’acqua ma seguono i movimenti della pedalata; la maglia, con la sua leggerezza, dà una sensazione di “seconda pelle”, asciugandosi molto in fretta se si suda.

l prezzo proposto è di fascia alta ma ricordiamo che sono capi realizzati in Italia attraverso una produzione etica e sostenibile, fatta per durare nel tempo anche grazie al kit di riparazione “D3kintsugi”, con colori e materiali atossici, inoltre la qualità della fattura è ottima così come la performance nei vari contesti di riding.

Un’altra cosa che apprezzo molto di questo brand è lo stile, sempre molto ricercato e mai banale: Double3 nel corso degli anni ha creato un suo stilema immediatamente riconoscibile.

Se siete curiosi riguardo a questo brand, su Bicilive trovate anche la storia di Double3.

Per tutte le altre informazioni e se volete pre-ordinare questo e altri completi visitate il sito ufficiale Double3.

iscrizione newsletter

Iscriviti alla newsletter di BiciLive.it


Ho letto e accetto le Politiche di Privacy

A proposito dell'autore

Sono cresciuto sulle due ruote: BMX, motocross, le prime MTB negli anni 80. Dal 2007 ho gareggiato per 10 anni nel downhill e nell'enduro in tutta Italia. Dal 2013 al 2019 ho lavorato con la scuola MTB Gravity School anche a Whistler, in Canada. Sono istruttore Federale FCI e Guida Nazionale MTB. Ho visto nascere BiciLive.it nel 2013 e ora mi occupo di MTB, ebike ed eMTB. La bici è il mio pane quotidiano!